Cari amici del BLOG è giunto il momento di detossicarsi. Dopo le feste natalizie ci si sente appesantiti e anche se un buon...

COME DISINTOSSICARSI E DIMAGRIRE DOPO LE FESTE

23:33 Emma Vitiani 0 Comments





Cari amici del BLOG è giunto il momento di detossicarsi.
Dopo le feste natalizie ci si sente appesantiti e anche se un buon autocontrollo ha impedito un aumento di peso, un senso di gonfiore e di malessere rendono più faticose le normali attività. L’organismo subisce diversi tipi intossicanti: lo smog, il fumo, l’uso di farmaci, l’alcool e il cibo ricco di grassi, conservanti e coloranti. Lo stesso stress della vita moderna, troppo lavoro, tanti pensieri e poco sonno sono intossicanti.  Se non ci si disintossica, le sostanze tossiche possono rimanere nell'organismo e il loro accumulo arriva a sconvolgerne l'equilibrio.

Non preoccuparsi di ciò che si mangia e ricorrere a cibi già pronti o ricchi di grassi ha portato a aumento preoccupante dell’obesità e delle malattie legate alla disalimentazione. Il mio intento con questo BLOG è di far capire il potere di profilassi e di cura della dietoterapia e indurre voi amici ad apportare cambiamenti significativi nel vostro stile di vita.

LA MIA DIETA IPOTOSSICA: Sono arrivata a elaborare un mio concetto di dieta ipotossica studiando la scienza Eubiotica, di cui ho già ampliamente parlato nel mio primo libro “La Dieta Olistica”. Lo stile di vita perseguito dall’Eubiotica è caratterizzato da adeguate norme come evitare di fumare e di vivere in ambienti dove si fuma, dormire in ambienti tranquilli ed in particolare mangiare in modo sano con cibi freschi e di stagione così da permettere all’organismo di disintossicarsi e potenziare i fattori di difesa, in particolare quelli contro l’inquinamento ambientale. Così la dieta diventa anche un mezzo per ostacolare lo stress ossidativo che deriva dall'aggressione dei radicali liberi.
 Immagine lineaamicaeubiotica.it


PER ATTUARE UNA DIETA IPOTOSSICA CONSIGLIO DI:

*Togliere lo zucchero bianco e diminuire i dolci e non bere bevande zuccherine come Coca Cola o aranciata né i succhi di frutta ma acqua, infusi e tisane non dolcificate

*Limitare l’uso di caffè e tè, preferire il tè verde. L’orzo è consigliato se non si deve escludere il glutine. Per supplire alla mancanza o diminuzione del caffè è possibile utilizzare altre sostanze che diano più tono senza eccitare il sistema nervoso: complessi vitaminici, la pappa reale, l'alga spirulina (quest'ultima a condizione che il fegato sia in buone condizioni e non per lungo tempo).

*Consumare solo prodotti freschi e frutta e verdura di stagione

* Bere molta acqua e ridurre drasticamente l'apporto di sale per evitare i ristagni e gli edemi frequenti, rileggete il post sul'IDRO-DIETOTERAPIA

*E’ necessaria un’abbondante quantità di verdura di stagione, frutta e farine esclusivamente integrali, alternando al grano altri cereali con meno glutine come farro, mais, riso e grano saraceno

* Limitare l'impiego della famiglia biologica delle solanacee (pomodori, melanzane, patate, peperoni) perché possono scatenare reazioni d’intolleranza alimentare


*Per rendere la dieta ipotossica occorre diminuire drasticamente (meglio se escludere!) il più possibile l’uso delle carni. Anche in questo caso è benefica la dieta vegetariana con un adeguato apporto di proteine vegetali. Così la dietoterapia diventa alcalinizzante e contrasta l'acidità delle carni.

ALMENO DUE GIORNI A SETTIMANA, es. Lunedì e Venerdì, ELIMINATE LATTE, LATTICINI E GLUTINE  e controllate nei due giorni che questi cibi non siano dentro i cibi come ingredienti.
Per togliere il glutine un giorno basta consumare come primo piatto o riso o polenta o pasta deglutinata e come biscotti o fette biscottate per la colazione e come pane consumare prodotti senza glutine che siano anche senza latte.
Quando ci si sottopone al TEST DEL DNA ( vedi post sulla Dieta del DNA) lattosio e glutine, insieme all'adattamento all stress, sono i tre elementi fondamentali tra i venti geni esaminati dal NUTRIGENE. 
Dopo essermi sottoposta al test genetico cinque anni fa, e dopo un'esclusione continuativa per qualche mese, introduco latte e glutine solo il fine settimana e saltuariamente quando partecipo ai pranzi conviviali nei giorni di festa e noto sempre la differenza nel mio stato di salute tra i giorni di astinenza e quelli di reintroduzione. Appena introduco glutine e latte i formaggi ritornano gli stessi effetti: cefalea, gonfiore addominale, diarrea, rinite e congiuntivite allergica e dermatite e tendenza a ingrassare, sintomi che scompaiono con l’esclusione successiva. Terminare le feste ho visto l'esclusione come una vera liberazione e come un modo veloce e sano di perdere peso dopo le leccornie natalizie regalano.
 
E' proprio vero che la salute e il giusto peso sono scritti sui geni. Ma associate alla dietoterapia il moviemento, bastano trenta minuti per avere tutti i benefici dell'esercizio fisico e attivare il metabolismo. Ma fatelo ogni giorno perchè diventi un abitudine ( rileggete il post sul movimento).

Cari amici mi raccomando seguite i miei consigli e vedeteli come un mezzo per prendervi finalmente cura di voi. Siate grati di iniziare l'anno con quest'intento.




                                                                                                                                              CON GIOIA 
EMMA VITIANI

0 commenti: