CARI AMICI DEL BLOG come Alice nel paese delle meraviglie, il magnifico libro per ragazzi dell’inglese Lewis Carrol, conosce il “no...

La festa di NON San Valentino

08:59 emma vitiani 0 Comments





CARI AMICI DEL BLOG come Alice nel paese delle meraviglie, il magnifico libro per ragazzi dell’inglese Lewis Carrol, conosce il “non” compleanno, così festeggiate con me il “non” San Valentino e riflettete sui miei aforismo sull’amore che troverete alla fine del post. Ho molto cogitato su questo argomento per le esperienze mie e delle persone che mi hanno raccontato il loro vissuto. Quessto mi ha portato, come sempre ad approfondire e a scrivere un nuovo testo. Dopo diversi llibri di Dietetica basata sul test del DNA, sul Pensiero Positivo e l’ultimo sull'Angelologia, uscito da poche settimane “Credete negli Angeli?” , il nuovo saggio s’intitolerà: “Vi meritate l’amore e il sesso” e sarà edito da Bertoni Editore. Ecco i miei libri pper voi chee potete trovare comodamente su Amazon o ppresso le case editrici:
Alice sfinita, si fermò all'ombra di un fungo. Lì si sentì chiedere da un bruco: “Chi sei?". "Non lo so più" rispose Alice. "Prima ero piccolissima, poi altissima, adesso piccola di nuovo!" "Bah", replicò Bruco, "succede. Vuoi regolare la statura? Mangia un po' del fungo: una parte ti farà crescere l'altra rimpicciolire". Presi alcuni pezzetti di fungo, Alice proseguì e giunse a una grande tavola preparata per il tè alla quale sedevano la Lepre Marzolina, il Cappellaio Matto e un Ghiro. Alice sedette anche lei e la Lepre le disse: "Tanti auguri per il tuo non-compleanno. Vuoi del tè?" "Cos'è un non-compleanno?" "Una festa che puoi festeggiare 364 volte all'anno".

L'espressione non-compleanno è diventata un neologismo coniato dallo scrittore inglese Lewis Carrol nel suo romanzo. AncheNel film "Alice in Wonderland" con Jonny Depp il non- compleanno viene festeggiato dalla Lepre marzolina, dal Cappellaio Matto e dal Ghiro. 


Tornando alla Festa di San Valentino e a tutta quella marea di fiori, cioccolatini, piccoli doni per ricordarla voglio spendere delle buone motivazioni per non festeggiarla o per lo meno per non sentirsi crucciati se il vostro partner non se ne ricorda. Ecco per voi un mio specchietto sulle motivazioni per festeggiare il “non” San Valentino:



Cari amici del BLOG è proprio vero PER UNA BUONA VITA occorre amarsi, amare e parlare dell'amore. Cari lettori credete nell'amore e appassionatevi alla vita, ma nonn solo il 14 febbraio. Declinate il verbo AMARE per tutto ciò che fate perché l’amore va recuperato come parola, come sentimento e come desiderio. Con questo nuovo post voglio spingervi a credere di nuovo all'amore, a crearvi occasioni per uscire, per incontrare gente nuova o per riallacciare un rapporto affettivo che avete trascurato, per abbandonarvi al pensiero d'innamorarvi.



Ci meritiamo l'amore ma bisogna riprendere confidenza con questa parola e imparare ad averne di nuovo fiducia. E' meglio soffrire che vivere in solitudine. 

GLI ALTRI SONO LO SPECCHIO DI COME NOI SIAMO, se volete essere amati, siate voi i primi ad avere un atteggiamento dolce e amorevole, sia in famiglia che con il vostro partner. Alcuni aforismi per voi da leggere velocemente e sui quali riflettere:

HO SCELTO LA FORMA DELL’AFORISMA perché è diretto e comunicativo ed è il mezzo espressivo del mio libro di aforismi "Per una buona vita" edito da Bertoni Editore e che potete acquistare su AMAZON o direttamente alla casa editrice Bertoni:


- Usate il verbo amare per ogni cosa che vi piace: amo leggere, scrivere, cucinare, amo ascoltare la musica, amo i film, amo videogiochi, amo le piante, amo i colori, amo il silenzio, amo la cioccolata, amo pensare a quando ero piccolo e così via…… 

- Usate il verbo amare verso le persone alle quali volete bene, dite amo anche ai figli e al vostro partner e accompagnate questa parola sempre e inderogabilmente con un sorriso. 

- Abbiate fiducia nell'amore e l'amore vi darà buoni frutti 

- Amate al 100% e avrete il massimo dall'amore 

- Affidatevi ai sentimenti e comprendete che se un incontro è stato sbagliato o se avete sofferto è anche in parte per certi vostri atteggiamenti che ora, che siete più "grandi", potete smussare per andare incontro all'altro e vivere bene l'amore 

- Ma che meraviglia e che stupore e che timore e che estasi innamorarsi, vale la pena di riprovare queste emozioni. Ve lo meritate! 

- Per alcuni è più facile affidarsi all’amore mentre per altri no. Cercate le motivazioni che vi spingono ad essere eccessivamente prudenti nei sentimenti e vedete se potete, in parte, liberarvene per evolvere nei sentimenti 

- E’ più facile amare quando siamo stati amati da piccoli. E’ naturale essere gestuali quando si ha ricevuto carezze e baci e sguardi rassicuranti durante la crescita 





- Lasciatevi andare senza timore, perché non c’è felicità senza amore 


CARI AMICI CONDIVIDETE QUESTO POST se vi piace e mandatemi su Instagram o su Facebook il vostro parere in proposito.Ho fiducia che questo mio post vi abbia fatto riflettere e spingere a vivere appieno l'amore o a migliorare un rapporto che vi fa soffrire o a sentirvi di nuovo pronti ad amare. Ma fate che l'amore riguardi prima voi stessi perchè gli altri vi ameranno e vi rispetteranno nei limiti in cui voi amate e rispettate voi stessi. Sceglietevi come persona d'amare e curatevi con la dieta, il movimento e donando tempo e attenzioni a voi stessi. 

CON GIOIA E CON AMORE EMMA VITIANI







0 commenti: