Come blogger vi auguro che tutti i POST che inserirò siano un veicolo per riconquistare voi stessi, la linea, la salute, dei rapporti person...

Cari lettori

11:06 PER UNA BUONA VITA 0 Comments



Come blogger vi auguro che tutti i POST che inserirò siano un veicolo per riconquistare voi stessi, la linea, la salute, dei rapporti personali proficui, la creatività e l’innovazione nel lavoro (anche se lo state ancora cercando) e la vostra libertà interiore. Come dice il filosofo romano Seneca nelle lettere a Lucillo: “Voglio che le mie parole siano semplici e poco studiate, come sarebbero se noi conversassimo tranquillamente, seduti o passeggiando”.

Vi auguro che le mie parole vi aiutino ad acquisire quella leggerezza dell’essere che io riesco a raggiungere spesso, quel senso di omeostasi con gli altri e il mondo che ci ospita che rende saggi e imperturbati tra le tempeste. La maggioranza dei rimedi innovativi introdotti in questo libro sono stati da me elaborati e sperimentati nell’attività professionale che svolgo da più di vent’anni nei miei Studi di Rieducazione Alimentare di Foligno e Perugia. Il mio modo di fare dietetica è evolutivo e assolutamente personale. Attualmente si basa su quattro punti chiave: la Dietetica Olistica Innovativa, l’esclusione dei cibi intollerati, La Nutrigenetica basata sul test del DNA e la Tecnica del Pensiero Positivo Creativo. Con i miei libri potrete approfondire ancora se vi va di farlo (clicca su “I miei libri”). Scrivere per me è un piacere e una terapia. Ho passato la mia vita scrivendo, non solo nella mia attività di educatrice alimentare o pubblicando articoli o libri, ma anche nella vita privata. Ciò che vi propongo nei POST lo metto in pratica personalmente ogni giorno, lo insegno ai miei figli e ai miei pazienti e vi assicuro che può portare all’armonia tra corpo e mente. Ho inserito una parte sui sentimenti perché molte delle situazioni che ci recano sofferenza derivano da rapporti umani insoddisfacenti e da amori infelici o inespressi. Tratto anche della sessualità perché è parte fisiologica e naturale dell’uomo, fonte di liberazione e di piacere, parte del nostro equilibrio. Con la Tecnica del Pensiero Positivo Creativo e con le altre riflessioni nei post sui sentimenti e la spiritualità voglio spingervi a mollare la presa di ciò che vi reca sofferenza e elaborare la verità che il passato è passato, esso non può continuare a essere una luce dorata da rimpiangere o un’ombra nera che impedisce di andare avanti. Accettate le negatività e il dolore e trovate altri modi di essere felici rispetto a una volta. Non sentitevi perdenti nei confronti del destino. Il destino non esiste. Non c’è nessun destino che ci obbliga a restare in una situazione dolorosa, possiamo scegliere liberamente se restarne imprigionati o se liberarci da essa. Tanti stimoli che offrirò nel BLOG li conoscete già, alcuni saranno nuovi e tanti sono già in voi, l’altro passo è lasciare che essi abbiano accesso in voi e con calma e con gioia migliorino la vostra vita. FATE SEGUIRE ALLA LETTURA LA PRATICA, essa è più importante della teoria e apporta cambiamenti nel vostro comportamento. Vi sono grata già da ora per i vostri riscontri positivi, per i vostri consigli e anche per le vostre critiche se saranno fondate e poste in modo benevolo e costruttivo. Esistono tante tecniche, tanti approcci scientifici e olistici altrettanto validi e importanti che ancora possono essere utilizzati, oltre a quelli che ho esposto in questo BLOG. La flessibilità di pensiero e il far tesoro delle opinioni degli altri sono, infatti, le basi della Creatività e sono indispensabili per l’evoluzione. Quindi riflettete e evolvete soltanto quando ciò vi serve a stare bene. Lo scopo è avere, come dice il titolo del BLOG, “UNA BUONA VITA” e tutto ha origine da noi! Che la vostra vita sia quella che Hummel, pianista ottocentesco, chiamava “la felicità in musica”, una vita piena di armonia e di echi positivi che vi renda attenti alle meraviglie dei sentimenti, della Natura, dell’Arte e degli altri miracoli davanti ai quali una volta eravate spettatori distratti. Lemony Snicket nei libri per ragazzi “Per una serie di sfortunati eventi” propone la stessa riflessione: “Avvolte il mondo può sembrare un luogo oscuro e sinistro, ma credete ci sono cose più buone che cattive. Dovete osservare con attenzione. E quella che sembra una serie di sfortunati eventi può di fatto essere l’inizio di un viaggio... C’è sempre qualcosa da leggere e da fare per creare un rifugio e per questo siete fortunati”. Così potrete apprezzare tutta la meraviglia delle vostre potenzialità e ottenere ciò che volete in ogni campo. E allora arriverete a quella leggerezza dell’essere che vi fa sentire in sintonia con voi stessi, con gli altri e con l’ecosistema che vi ospita. Da qui l’appagamento che, invece di portarvi alla continua ricerca di qualcosa che non avete, vi fa sentire sempre a casa dovunque siete.
Con gioia
Emma Vitiani

0 commenti: