STRUDEL la vera ricetta trentina

CARI AMICI oggi un dono per voi: la ricetta dello strudel trentino. Da tanto tempo i famigliari, amici e pazienti dei miei Studi Dietet...


CARI AMICI oggi un dono per voi: la ricetta dello strudel trentino. Da tanto tempo i famigliari, amici e pazienti dei miei Studi Dietetici  umbri e di Abano Terme (PD) dove conto di poter tornare presto. mi chiedono  come si fa il vero strudel. So come si fa perchè sono nata a Mezzolombardo in provincia di Trento dove sono vissuta da piccola. Sempre, d'estate e d'inverno, torno in montagna perchè la amo veramente, come amo tutte le ricette "montanare". Ho preparato diverse immagini perchè sono più facili da seguire e potrete passo dopo passo preparare il dolce con facilità. 

1° STEP

2° STEP


3° STEP


4° STEP



LA RICETTA MI E' STATA TRAMANDATA 
Questa ricetta è stata insegnata a mia madre tanti anni fa quando vivevamo in Trentino, lei la ha insegnata a me e io a voi. La ricetta è per una dose, ma, come vedete nella foto finale, io ne faccio sempre due perchè piace tanto ai miei figli e ami mei ospiti. La preparo con la margarima, invece che con il burro, come la ricetta originaria perchè vabene anche a chi è intollerante al latte o ha il colesterolo o tende ad ingrassare come me.


Mi raccomando abbondante zucchero al velo messo appena sfornato il dolce. Così lo strudel sarà perfetto. BUON APPETITO AMICI CARI. CON GIOIA EMMA VITIANI

LA DIETA DELLA PASTA

CARI AMICI basta la dieta low carb, basta togliere pane e pasta per perdere quache chilo. Si ha solo un dimagrimento apparente che si ...



CARI AMICI basta la dieta low carb, basta togliere pane e pasta per perdere quache chilo. Si ha solo un dimagrimento apparente che si recupera subito e si dimagrisce a scapito della salute e dell'aspetto estetico. Oggi si può perdere peso mangiando la pasta ogni giorno, solo il condimento deve essere più leggero e senza grassi saturi che alzano il colesterolo e ingrassano come affettati, pancetta, formaggi grassi e panna. Manfìgiando troppo poco il metabolismo si mette in economia e non serve per dimagrire:


LA FIBER PASTA
La pasta è buona, salutare e alleata del dimagrimento. Cuocetela al dente e usatela anche integrale. Per chi è diabetico, per chi soffre d’intestino pigro e per dimagrire più velocemente provate la “FiberPasta” ricca di fibre e a basso valore glicemico.


EVVIVA LA PASTA 
Nel mio sesto libro "SANI e MAGRI con la dieta del DNA" oltre a spiegare la Nutrigenetica cche offro ai miei pazienti umbri e di Abano Terme ( PD) dal 2013 e che si basa sull'eliminazione temporanea de cibi che dalla nascita possono essere causa di problemi di salute, di peso e di umore e che sono individuati con il test del DNA, c'è un bellissimo capitolo che si intitola "EVVIVA LA PASTA" e un paragrafo "I miracoli della Fiber pasta".



LA PASTA ALLEATA DEL DIMAGRIMENTO
Evviva la pasta!
Mangiatela ogni giorno, anche integrale e variando cereale, ma che sia al dente.
Non privatevene per dimagrire. Non serve.
La pasta e tutti i carboidrati sono indispensabili perché forniscono la “benzina” per svolgere il lavoro biochimico e fisiologico del nostro organismo e per l'esercizio muscolare. Sono detti semplici quelli contenuti nella frutta, nel latte, nei dolci e lo zucchero comune, mentre sono detti complessi quelli contenuti nella pasta, nel riso, nel pane e nei legumi. La moderna dietetica si fonda sull’inserimento nella dieta del 50% di glucidi per lo più complessi e a base di farina integrale, riservando agli zuccheri semplici una piccola quota della giornata, per esempio della prima colazione.



MEGLIO LA PASTA INTEGRALE
Oggi, nelle tavole delle famiglie italiane, nei reparti alimentari e nei ristoranti la maggioranza dei cibi sono raffinati. E’ minima la percentuale dei prodotti integrali venduti rispetto a quelli “bianchi”. Il cereale integrale è preferito solo dal consumatore di cibi biologici e da chi ricorre alle fibre grezze per il problema dell’intestino pigro. Sono poche le persone che li scelgono per il gusto o per la loro validità nutrizionale. Personalmente, li preferisco anche per il sapore e per quel richiamo alla tradizione passata e alla cultura montana che io amo. I prodotti raffinati sono “calorie vuote”: il prodotto vitale è degradato, mantenendo il suo valore calorico e perdendo il valore biologico. Durante il processo che dal grano integro porta alla farina raffinata, si perde circa l’80% del magnesio in origine contenuto nel grano, il 60% di calcio, più del 70% di potassio, di ferro e di fosforo, più del 60% di rame e il 40% di cromo. Chiaramente ciò vale non solo per il grano, ma per tutti gli alimenti che subiscono un processo di raffinazione. Il germe con il suo gran numero di sostanze vitali, tra cui gli acidi grassi insaturi così importanti per il metabolismo e le vitamine liposolubili, come quelle del complesso B, è smaltito. La buccia ricca di fibre viene solitamente data in pasto agli animali sotto forma di crusca, oppure venduta in compresse per combattere la stitichezza. Il processo di raffinamento comporta non pochi svantaggi per gli uomini, come ad esempio il deterioramento dei denti (carie), presente già in età scolare, a causa della demineralizzazione, per poi passare a problemi di digestione o stipsi, fino ad arrivare anche a problemi come la gotta o i reumatismi. Ciò non deve certo portare ad un rifiuto di tutti i prodotti raffinati, né deve andare a scapito del piacere di mangiare. Ma il fatto di degradare prodotti biologicamente pregiati attraverso processi di raffinazione, per poi dover aggiungere le vitamine e i minerali necessari sotto forma d’integratori di sintesi è inquietante. La strada migliore da seguire è quella di preferire prodotti pasta, pane e dolci integrali o addizionati di fibre naturali.  Questa regola salutare non è valida per le patologie che richiedono una dieta povera di fibre, come nelle gravi affezioni del colon, nelle quali si consiglia uno schema dietetico “a basso residuo”.

LA PASTA SENZA GLUTINE
Ho dedicato la terza parte di questo libro “Magri subito” alla DIETA DEL DNA che utilizzo nei miei studi dal 2013. Ho inserito anche un capitolo sul Gluten Sensitivity, individuata con il test genetico HLA GLUTINE e spiego la differenza tra la Celiachia e la ipersensibilità al glutine. Questa proteina è nel grano, nell’orzo, nel farro, nel kamut, nella segale, nell’avena e nel cuscus. I cereali concessi per chi deve escludere il glutine sono riso, mais, tapioca, quinoa, amaranto, miglio, teff, grano saraceno e grano deglutinato. Le calorie sono le stesse della pasta di grano e quindi il paziente non ne può consumare una quantità maggiore. Solo gli gnocchi di patate, che esistono anche senza glutine, costituiscono un primo piatto gustoso e poco calorico: circa 120 Kcal. contro le 350 Kcal. circa della pasta e del riso. Nelle dietoterapie, infatti, ne consiglio per la donna 250 grammi peso crudo contro gli 80 grammi degli altri tipi di primo piatto e 350 grammi per l’uomo, contro i 120 grammi della pasta. Gli gnocchi senza glutine si trovano sia freschi nel banco frigo che conservati. Ultimamente i produttori biologici italiani hanno messo nel mercato la pasta di canapa, naturalmente senza glutine, con una grande capacità di tenere la cottura e con un sapore deciso. Gustosa e nutriente. Provare per credere.





MEGLIO LA PASTA INTEGRALE 
Oggi, nelle tavole delle famiglie italiane, nei reparti alimentari e nei ristoranti la maggioranza dei cibi sono raffinati. E’ minima la percentuale dei prodotti integrali venduti rispetto a quelli “bianchi”. Il cereale integrale è preferito solo dal consumatore di cibi biologici e da chi ricorre alle fibre grezze per il problema dell’intestino pigro. Sono poche le persone che li scelgono per il gusto o per la loro validità nutrizionale. Personalmente, li preferisco anche per il sapore e per quel richiamo alla tradizione passata e alla cultura montana che io amo. I prodotti raffinati sono “calorie vuote”: il prodotto vitale è degradato, mantenendo il suo valore calorico e perdendo il valore biologico. Durante il processo che dal grano integro porta alla farina raffinata, si perde circa l’80% del magnesio in origine contenuto nel grano, il 60% di calcio, più del 70% di potassio, di ferro e di fosforo, più del 60% di rame e il 40% di cromo. Chiaramente ciò vale non solo per il grano, ma per tutti gli alimenti che subiscono un processo di raffinazione.

E SE FOSSI IPERSENSIBILE AL GLUTINE?
E se fosse un cibo che non tollero che mi fa ingrassare e mi fa ammalare? Fate una volta e per sempre il test del DNA. Bastano i tre geni principali: Adattamento allo stress, glutine e lattosio, per poter individuare le cause nutrizionali dei problemi di salute cronici e della tendenza ad ingrassare o a dimagrire. Seguire il breve Protocollo della Nutrigenetica vi permetterà di restare sani e magri per sempre.


La celiachia è solo la punta dell'icerberg del fenomeno glutine, infatti la maggioranza delle persone che lamentano gonfiore addominale dopo aver mangiato pane e pasta sono spesso ipersensibile al glutine che è presente non solo nel grano , ma anche nell'avena, orzo, segale, farro e kamut.



L'IPERSENSIBILITA’ AL GLUTINE
In presenza di disturbi gastro-intestinali, astenia, dolori muscolari, stipsi cronica o diarrea, se gli esami ematochimici ed endoscopici per la Celiachia sono negativi si può pensare ad una ipersensibilità al glutine (Gluten Sensitivity), che può essere individuata con il test genetico HLA Glutine. La malattia per svilupparsi richiede una predisposizione genetica e prevede un'escllusione temporanea del glutine e una graduale reintroduzione, ma al paziente viene raccomandato dopo i sei mesi di Nutrigenetica di escudere il cibo tossico es. latte o glutine almeno lunedì e venerdì perchè nelle intolleranze, diversamente che nelle allergie alimentari, si ha un accumulo di tossicità tardivo entro le 72 ore.


DIMAGRIRE CON LA MENTE
Al di là di ogni metodo dietetico che si segue l'importante è che l'approccio sia , come io ho scelto, olistico e cioè il dietsta studi il rapporto mente e corpo e mente e cibo e sostenga e aiuti il paziente nell suo cammino, rinforzando la sua auto stima. Per questo la mia Dietoterapia è olistica e isnegno al paziente la Tecnica del Pensiero Positivo Creativo che l'aiuta a partecpare attivamente al percorso, modoficando il suuo comportamento alimentare. Tutto questo vee lo insegno nel capitolo deel libro "SANI e MAGRI" : Dimagrire con la mente.


BUONA VITA
CARI AMICI DEL BLOG vi lascio con un mio aforisma di Pensiero Positivo che vedete nell'immagine e che è tratto dal libro che si chiama come questo blog "Per una buona vita".
Abbiate un cuore leggero perchè, a ben guardare, la vita è buona. CON GIOIA EMMA VITIANI

FAMIGLIA: istruzioni d'uso

CARI AMICI DEL BLOG oggi è il 15 maggio 2020 ed è la giornata internazionale della Famiglia, istituita nel 1994 dalle Nazioni Unite, al...


CARI AMICI DEL BLOG oggi è il 15 maggio 2020 ed è la giornata internazionale della Famiglia, istituita nel 1994 dalle Nazioni Unite, alla sua 26° edizione. Quest’anno la festa della famiglia ha un valore particolare a causa della pandemia in corso. Ognuno di noi, privato delle libertà di uscire e lavorare, si è trovato con il proprio nucleo familiare e ha sperimentato la vera convivenza, toccandone per molti l’affettività e la condivisione, per altri un meccanismo di adattamento che è stato meno facile. Abbiamo cambiato le nostre abitudini, lavorando, facendo attività fisica e didattica da casa, riscoprendo gli affetti familiari e la necessità di essere concilianti e flessibili per una serena convivenza. Ma la famiglia ne è uscita vincente.


COME E' CONSIDERATA LA FAMIGLIA
L’Onu considera la famiglia come il “fondamentale gruppo sociale e l’ambiente naturale per lo sviluppo e il benessere di tutti i suoi membri, in particolare i bambini” La famiglia, secondo la Dichiarazione universale dei diritti umani all’art. 16 c.3, è “il nucleo naturale e fondamentale della società e ha diritto ad essere protetta dalla società e dallo Stato”. Per le reminiscenze della mia prima laurea in Giurisprudenza (usata per tre anni di pratica forense nello studio legale di mio padre e poi abbandonata per l’amore della Dietologia) so per certo che la Costituzione italiana all’art. 29 riconosce e protegge la famiglia: “La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio. Il matrimonio è ordinato sull’uguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell’unità familiare”.

KHALIL GIBRAN e la famiglia



Ho avuto tre figli e sono stata e sono una mamma particolare, non ho mai alzato la voce e ho cercato sempre di comprenderlie di condividere le lloro passioni e accettare i momenti bui. Riflettete sulle belle parole del filosofo libanese Gibran sui figli, sono vere, profonde e toccano le corde del cuore: 

“I vostri figli non sono i vostri figli. Essi vengono attraverso voi, ma non da voi. E benché vivano con voi non vi appartengono. Potete dar loro il vostro amore ma non i vostri pensieri. Poiché essi hanno i loro propri pensieri. Potete dar ricetto ai loro corpi ma non alle loro anime. Potete sforzarvi di essere simili a loro, ma non cercate di rendere essi simili a voi.”


Ho scritto tanto sui bambini e i ragazzi e su come essere bravi genitori senza far trapelare l'apprensione e lasciando ai figi la libertà di scegliere quando crescono. Gli aforismi che seguono sono desunti dal mio libro "Per una buona vita" di Bertoni Editore. Potete trovare tutti i miei lotto ibri su Amazon e i libri pubblicati con Bertoni, come "SANI e MAGRI con la dieta del DNA" che è tutto sulla mia attività di dietista olistica, sul sito www.bertonieditore.com Basta scrivere il mio nome e troverete i testi da scegliere, per questo mese di maggio li avrete senza spese di spedizione.


AFORISMI PER UNA BUONA FAMIGLIA
Siate calmi davanti ai bambini e ai figli più grandi, non litigate davanti a loro, non parlate con loro di problemi economici e familiari. Avranno tutto il tempo di affrontare i problemi al momento giusto.

Genitori e insegnanti non sottolineate solo i difetti e le mancanze dei bambini e dei ragazzi ma costruite con le lodi la loro personalità.

Lasciate più tempo libero ai vostri bambini. Non riempiteli di impegni nel dopo scuola.

Oggi i bambini sono impegnatissimi e si dividono tra compiti, televisione, attività fisica e corsi d’inglese. Noi almeno abbiamo avuto nell’infanzia il tempo per giocare e per lasciarci andare ai sogni! Restituite anche a loro questa bella opportunità.

I ritmi frenetici della vita moderna non risparmiano neppure i bambini. In loro, i primi sintomi di stress si manifestano in età scolare generati proprio dalle ansie, dalle paure e dai conflitti che insorgono al loro ingresso nella scuola.


I DISTURBI ALIMENTARI DEI BAMBINI
Molto spesso succede di vedere bambini perfettamente sani che vomitano con estrema puntualità (o che con la stessa puntualità accusano mal di testa o mal di pancia) prima di andare a scuola, per ritornare perfettamente sani nei giorni di vacanza. Questi disturbi possono essere causati da un cibo intollerato e venti anni di esperienza nel campo delle intolleranze me lo hanno dimostrato. Ma anche un rimprovero o un insuccesso scolastico può provocare in questi soggetti svariati disturbi quali, per esempio, crisi d'asma o di acetone e tosse nervosa o senso di nausea.


Questi disturbi nevrotici o psicotici vengono definiti, dal punto di vista clinico, come malattie psicosomatiche. La prima causa che può provocare stati di stress nel bambino può essere ricondotta anche a genitori che si preoccupano in modo esagerato del benessere del loro bambino.

Aiutate i vostri figli ad essere creativi da bambini così saranno capaci di sviluppare idee geniali da grandi. Se sono grandi lasciateli liberi di viaggiiare, di decidere autonomamente della loro vita, vi ringrazieranno.

LA CREATIVITA'
Puntate sulla Creatività per sviluppare le doti dei vostri figli e far capire loro che ogni ostacolo è un mezzo per misurarsi e per creare nuove opportunità. La Creatività, infatti, è un atteggiamento attivo dell’individuo nei confronti della vita che permette la ricerca di soluzioni nuove e positive in ogni campo.

La Creatività, infatti, è anche un processo comunicativo tra il mondo degli adolescenti e quello degli adulti. Le tecniche per lo sviluppo della Creatività possono essere infinite, come il disegno, il teatro, la musica, la danza, la meditazione in movimento, l’educazione all’ascolto della voce e del corpo, l’imparare nuovi mezzi di comunicazione con l’altro. Una tecnica creativa che è anche terapia e che è facilmente proponibile sia per i bambini sia per i ragazzi è l’Arteterapia che ha proprio questo compito d’orientamento degli adolescenti. Essa permette una rappresentazione simbolica dell’intreccio tra corpo, mente ed emozioni, permettendo agli adolescenti di creare e divenire artefici dell’esperienza.Leggete il mio libro “Creativi e vincenti” Ed. Il Punto d’Incontro, per avere tutti gli stimoli e le proposte per rendere voi stessi e i figli creativi e sviluppare tutte le vostre potenzialità:


PERLE DI POSITIVITA'
Leggete sempre le favole ai vostri bambini, farà bene a voi e svilupperà nei vostri figli la creatività e la fantasia. 

Invece di urlare per il disordine, gioite dentro di voi della splendida occasione che avete di avere dei bambini in casa. Ma sistemate la stanza con loro alla fine i giocattoli per insegnare loro ad essere ordinati, senza brontolare e facendovi raccontare che gioco hanno fatto. 

Quando saranno adulti rimpiangerete questa magnifica opportunità di vederli crescere. 

Approfittate di ogni occasione per dimostrare l’amore ai vostri figli. CON GIOIA EMMA VITIANI






Cromoterapia e creatività

CARI AMICI DEL BLOG nella giornata mondiale del colore che si svolge proprio oggi 6 maggio 2020 sono felice di parlare del potere che i...


CARI AMICI DEL BLOG nella giornata mondiale del colore che si svolge proprio oggi 6 maggio 2020 sono felice di parlare del potere che il colore ha sulla nostra vita e ssulla nostra psiche. Specie in questo periodo di emergenza segnato dal Coronavirus il colore ci aiuta a scaldare l’anima e a migliorare l’umore. La creatività si esterna in tanti modi, il colore è un mezzo semplice e alla portata di tutti per esprimere un modo personale di essere e di vedere la realtà.


Nella foto in alto indosso uno dei miei colori preferiti che è l'arancio, colore olistico che sta a significare la volontà di essere centrati nell'unità di mente, corpo e spirito. In mano ho il mio terzo libro “Creativi e vincenti”, ed. Il Punto d’Incontro 2012, che parla proprio dell'argomento di questo post: la creatività e i colori come strumenti della Tecnica del Pensiero Positivo Creativo, nel testo elaborato una minuzioso studio sul significato dei colori e delle gemme. Anche in questi due mesi di emergenza per il Coronavirus ho sempre usato il colore per aiutarmi, basta vedere le foto e i video di questo blog o nei Social. Usate il colore magari per la tazza della colazione della mattina o per aparecchiare la tavola o semplicemente comprando matite colorate.



Fin da piccola i colori mi hanno suscitato emozioni e benessere. E così ho sempre scelto personalmente i colori della mia camera, dei miei vestiti e di tutti gli oggetti che rappresentavano il mio mondo di bambina e di adolescente. Il celeste, il turchese, il rosso e il blu, in tutte le loro sfumature, mi hanno sempre affascinato e ancora adesso gran parte del mio abbigliamento e degli ambienti in cui vivo e lavoro sono di questo colore. Avendo una giornata intensissima e che inizia molto presto la mattina, la sera scelgo l'abbigliamento che metterò il giorno dopo e quindi il colore che dominerà nella giornata e tutto ciò che indosserò sarà di quel colore, la biancheria, gli abiti, gli occhiali da vista, la borsa e spesso anche le scarpe. Sono talmente abituata a organizzarmi che ciò non mi richiede né fatica né tempo e mi fa sentire in armonia. L'unico problema è quando parto, organizzare le borse da viaggio abbinando i colori richiede più spazio di quello che ho effettivamente.
Tutto è colore. Anche le poesie e i romanzi rievocano sfumature.



NEL PASSATO I COLORI  AVEVANO UN GRAN SIGNIFICATO
Perfino la musica, che è un altro elemento fondamentale della mia vita, la "vedo" a colori, come se ogni nota rievocasse in me una nuance di colore. E la Natura? che tavolozza fantastica di sfumature e di emozioni, basti pensare al colore delle foglie di Autunno o i colori dell'inverno in montagna o la magia di un tramonto al mare. L'attuale civiltà occidentale conserva ormai solo poche tracce dell'antica conoscenza del potere dei colori, mentre le culture del passato ne hanno sfruttato l'effetto sui processi fisici e psichici dell'uomo in numerosi campi, da quello della medicina a quello di riti religiosi per aiutare il corpo a entrare in sintonia con l’anima. Queste tavole egizie dimostrano l'arte dell'abbinamento cromatico con il turchese e l'oro che rendono magico l'insieme:


LA CROMOTERAPIA 
Qual'è il vostro colore preferito? Quale nuance vi da' benessere o , al contrario, non vi rilassa? Con questo post potrete sceglierlo e adottarlo come un vostro stile personale. Che anche il vostro modo di scegliere oggetti, abiti e arredamento esprima le vostre scelte cromotiche e sia assolutamente colorato, personale e creativo. Considerate che anche il bianco è un colore, quindi colorato significa che esprima il vostro modo di vedere il colore. Per i bambini il colore e il potersi esprimere e sporcare con i colori significa molto e tutti gli psicologici sono concordi nell'importanza di dare ai figli la libertà di usare i colori come mezzo di espressione e di creatività. L'Arte ce lo insegna da sempre ma noi dobbiamo usare il colore nella nostra vita perchè ci aiuti a renderla più serena ed avere nell'uso esatto dei colori un aiuto per la salute e per l'umore come ci insegna la Cromoterapia. Nel librro "Creativi e vincenti" trovate molti paragrafi sui bambini e la creatività e come l'adulto può essere più creativo anche nel lavoro e una tabella sul significato dei songoli colori. La tabella che segue non è mia e troverete nel mio libro delle interpretzioni maggiori e diverse, ma è già un modo per comprendere il significato dei colori:


CHAKRA E COLORI
Utilizzare il colore è un modo per rinnovarsi, per essere se stessi e per esprimere la propria creatività
Secondo Christa Muths, studiosa specializzata in Cromoterapia, è bene integrare coscientemente nella nostra vita i colori e i loro significati, perché essi agiscono sul nostro corpo e sul nostro spirito, favorendo l'equilibrio, la calma e il benessere fisico. La CROMOTERAPIA può influenzare il nostro umore e la nostra salute: basta scegliere il colore più adatto in quel momento e che si trasmette la vibrazione energetica giusta per sentirci in equilibrio. Secondo la tradizione indiana, per accrescere felicità e salute, non c’è niente di meglio che modificare l’ambiente di vita con l’aiuto di strumenti di divinazione, i più semplici dei quali risultano essere proprio i colori. Il benessere di una persona è controllato dai chakra che sono “centri di energia psichica presenti nel nostro corpo”. Ogni chakra attira vibrazioni positive o negative, ed è collegato a un colore. Indossare quel particolare colore può aiutare una persona a essere più equilibrata, più felice e controllata, influenzando quindi le sue azioni:

I COLORI PER ME
Per me il significato più importante è che il rosso significa forza, passione e corrisponde alle parole "IO VOGLIO", il giallo è l'equilibrio spirituale, il celeste è tranquillità, l'arancio l'essere centrati tra mente, corpo e spirito, il blu è l'attaccamento alla famiglia e agli affetti, il viola è la percezione e la sensitività, il verde l'attaccamento alla natura e ai principi, il bianco è sicurezza e purezza, il grigio indecisione e tristezza, il nero inquietudine e bisogno di passare inosservati. Certamente alcuni colori nell'abbigliamento sono fantastici ed eleganti come il grigio e il nero.

CHE LA VOSTRA VITA SIA A COLORI



CARI AMICI DEL BLOG ricercate nel colore una terapia, un modo per distinguervi e per avere accanto a voi ciò che vi fa bene. Scrivetemi per avere dei consigli sulla CROMOTERAPIA e fatevi guidare dall'istinto anche per gli abbinamenti cromatici. Anche i colori aiutano ad avere una buona vita. CON GIOIA e CHE LA VOSTRA VITA SIA PIENA DI COLORI. EMMA VITIANI