CARI AMICI DEL BLOG una buona notizia: smettete di pesarvi di continuo, non serve e interferisce nei vostri buoni propositi dietetici...

LA BILANCIA E' SUPERATA

09:00 emma vitiani 0 Comments


CARI AMICI DEL BLOG una buona notizia: smettete di pesarvi di continuo, non serve e interferisce nei vostri buoni propositi dietetici appena l'ago della bilancia si alza.
Chiunque intraprenda una dieta deve avere come obiettivo l’equilibrio psicologico e la salute del proprio corpo, senza pretendere un calo veloce. Il rapporto con la bilancia non è d’aiuto ed è fonte di stress. Per questo motivo dal quindici anni offro al paziente la misurazione con plicometro, calibro e centimetro che offre una diagnosi della composizione corporea anche grazie ai software che sono sempre in continua evoluzione.


Nel mio nuovo libro "SANI e MAGRI - la mia Dietetica Olistica Innovativa® e tutte le novità della dieta del DNA" edito da Bertoni Editore a giugno 2018 potrete approfondire questo argomento e sapere COSA NON FARE per perdere peso. Scoprirete tutti i segreti per dimagrire con pane, pasta e pizza in buona salute grazie alla nuova Dietetica. Importante è partire dalla mente per ritrovare il magro che è in noi attraverso il Pensiero Positivo Creativo. "SANI MAGRI" ve lo insegna e vi offre anche un capitolo sulla bellezza dove potrete trovare la tecnica per amare le parti del corpo che non vi piacciono.


Chiedetelo direttamente alla casa editrice Bertoni o ordinatelo su AMAZON LIBRI senza spese di spedizione, cliccando questo link https://www.amazon.it/magri-olistica-innovativa-ultime-novità/dp/8831973045




Uno dei motivi che possono portare a pesarsi di continuo è il dismorfismo corporeo che comporta un’eterna insoddisfazione del proprio aspetto, anche se la persona è magra. E’ un atteggiamento psicologico per lo più femminile. La donna ricorre a diete diverse che segue senza fiducia, è dipendente dalla bilancia e dal calcolo delle calorie e inizia trattamenti estetici che non porta mai a termine. In questo caso l’approccio olistico è utilissimo, ma in alcuni casi lo psicologo è necessario per far accettare al paziente la propria immagine e la personalità. 


LA BILANCIA E’ SUPERATA 

Nella realtà, la maggioranza delle persone si vede più brutta e più grassa di come è. 

Ciò porta a privazioni alimentari, al controllo continuo del peso sulla bilancia, all’immediato senso di colpa per ogni piccolo sgarro e per qualsiasi variazione di peso. In realtà la bilancia è superata e non è un’alleata per il dimagrimento, perché non spiega le motivazioni dell’aumento di peso quando si verifica. Si può pesare di più perché si trattengono i liquidi, per la stipsi, per la sedentarietà, per il caldo, per aver abusato di alimenti ricchi di sale, per l’uso di alcuni farmaci o per una causa ormonale come la fase mestruale o la menopausa. Per questa ragione non ha senso pesarsi ogni giorno e tanto meno con le bilance casalinghe, imprecise e inattendibili. Come ho spiegato nel paragrafo precedente, con una dietoterapia sana e bilanciata il calo non deve (e non può) avvenire ogni settimana. Per questa ragione, occorre valutare la media mensile di dimagrimento, piuttosto che il calo giornaliero, in quanto l’organismo non risponde tutte le settimane allo stesso modo. L’ideale è valutare il successo dietetico in taglie piuttosto che in chili perché ciò che conta è la qualità della perdita di peso nei vari distretti corporei. Occorre anche individuare con un metodo scientifico il peso da raggiungere per restare sani e magri alla fine della dietoterapia. Il plicometro che vedete nell'immagine offre una giusta valutazione della plica di grasso:



LA MISURAZIONE ANTROPO-PLICOMETRICA COMPUTERIZZATA 

Per tutte queste motivazioni da tanti anni offro al paziente la Misurazione Antro-plicometrica computerizzata, software sofisticatissimo sulla distribuzione corporea che periodicamente viene aggiornato per renderlo al passo con i tempi, nel quale registro di volta in volta i dati del paziente. Nella slide la Misurazione Plicometrica: 



Dall’immagine si vedono chiaramente i parametri usati: 

-il centimetro antropo-metrico: 

per individuare la distrettualità che indica come è disposto il grasso corporeo es. se nella parte superiore o inferiore del corpo 

-il calibro: 

per definire la struttura scheletrica, considerando che più è grande lo scheletro meno chili bisogna perdere 

-il plicometro: 

che misura il grasso nei vari distretti corporei e non è condizionato dalla ritenzione idrica. 

Non si misura la massa magra, ma viene desunta dal programma dall’elaborazione dei dati precedenti. In genere la massa magra, definita FAT FREE MASS, deve costituire circa il 72% del corpo, negli sportivi agonistici può raggiungere anche l’85%, ne fanno parte i muscoli, gli organi interni, le ossa, il sangue, l’acqua. La massa grassa non dovrebbe superare il 25% del peso corporeo ed è composta dal grasso sottocutaneo e viscerale, quando il BMI, o indice di massa corporea che deriva dal rapporto peso e altezza, supera 30 il paziente è in obesità, che può essere pericolosa per la salute. 

La grande praticità del plicometro è di poterlo usare di volta in volta anche per misurare il singolo distretto di grasso. Quando la bilancia registra stabilità di peso e il paziente ha seguito la dietoterapia correttamente, la plicometria individua sempre una diminuzione di massa grassa. Ciò non rende solo più scientifico il controllo, ma è una sferzata d’energia e d’entusiasmo per il paziente. La Misurazione Antropo-plicometrica computerizzata delinea graficamente la silhouette del paziente, stabilisce il calcolo del fabbisogno energetico e il peso che io chiamo “ragionevole di salute e di stabilità”, raggiunto il quale è più facile mantenersi magri e sani. Interessante è la definizione della distribuzione corporea che varia a seconda del sesso, della situazione ormonale e dallo stile di vita.



Nel ciclo e nella fase premestruale si può pesare di più per la temporanea ritenzione idrica, quindi, come ho scritto sull'immagine, è bene non pesarsi in questa fase fisiologica.

La bilancia non ci racconta da che cosa è costituito il peso corporeo e registra spesso dei falsi casi di sovrappeso. Si potrebbe avere un peso numericamente alto è essere in perfetta forma quando lo scheletro è grande e ed è elevata la massa muscolare. Grazie all’atteggiamento olistico, utilizzo questo metodo anche per sottolineare i pregi fisici che questa misurazione rivela e rendere la persona più indulgente verso se stessa. La valutazione plicometrica va ripetuta ogni otto settimane e sempre quando c’è stasi di peso per più di tre settimane, nonostante il paziente segua correttamente il regime. Questa misurazione è importante anche per gli adolescenti, per i bambini e per tutti quelli che hanno un’erronea valutazione del proprio peso. 


LA PLICOMETRIA NELLA MAGREZZA 

Questo programma computerizzato è valido anche per i pazienti affetti da magrezza perché precisa anche il “peso inferiore alla norma” per la salute e quello dal quale si tende a perdere anche massa muscolare. Quando la percentuale grassa è inferiore al 16 %, la donna ha una seria compromissione delle funzioni fisiologiche, quindi della fertilità, che si esplica con l'amenorrea, la scomparsa cioè del ciclo mestruale. 

VALUTATEVI IN TAGLIE PIU' CHE IN CHILI perché è scientificamente superata e quella che abbiamo in casa non è certamente precisa come quello ad asta che abbiamo negli ambulatori.


BUON SENSO
Queste considerazioni fanno riflettere e spiegano come il buon senso debba essere sempre il consigliere principale nella valutazione della forma fisica. Purtroppo, i giovani subiscono la pressione dei mass-media che hanno distorto il concetto di bello, estremizzandolo fino al raggiungimento di un aspetto diafano e anoressico. Se non s'interviene per tempo con una corretta intervento dietetico, il rischio è di vedere i nostri figli privarsi di cibo per essere alla moda. Questo atteggiamento può portare ad anomalie del comportamento alimentare, come la bulimia e l’anoressia, che può essere pericolosa per la vita. Per queste motivazioni, spesso, sono chiamata dalle scuole per sensibilizzare i ragazzi sull’importanza di mangiare sano con conferenze dal titolo “Cibo amico mio”.

Ho messo nella copertina del libro "SANI e MAGRI" delle persone che mangiano la pizza per far capire che è possibile stare in buona salute e nel giusto peso mangiando ciò che piace.E' questa la vera innovazione. Rileggete i miei post del blog su: "La dieta della pizza", "I miracoli della Fiberpasta" e "La dieta del gelato. 




Amici cari del blog ho fiducia che questo mio post vi abbia chiarito come sia importante dare alla bilancia una valutazione relativa. Pretendete sempre che il dietista o il dietologo stabiliscano la composizione corporea e il peso da raggiungere che io chiamo di salute e di stabilità attraverso attraverso le nuove misurazioni antropo-plicometriche computerizzate. Ho fiducia che vi sarete incuriositi sul mio libro "SANI e MAGRI" e che lo leggerete con piacere e mettendo in pratica i miei facili consigli dietetici ed olistici. Fatemi sapere. CON GIOIA EMMA VITIANI








I MIEI PROPOSITI 

“IO VOGLIO ESSERE SANO E MAGRO”. 

In base a questo capitolo mi propongo di AGIRE per ottenere il risultato di migliorare la salute e ottenere il giusto peso. Per questo DA OGGI mi propongo di……………………………….. 















0 commenti:

CARI AMICI DEL BLOG oggi è la giornata del sollievo che sensibilizza le persone verso coloro che, come me, hanno una patologia c...

La giornata del sollievo e LA DIETA PER IL DOLORE

16:00 emma vitiani 0 Comments




CARI AMICI DEL BLOG oggi è la giornata del sollievo che sensibilizza le persone verso coloro che, come me, hanno una patologia cronica del dolore. Riguardandomi in modo particolare mi fa piacere parlarne con voi e illustrarvi la dieta del dolore che ho inserito nel mio libro "KO AL CANCRO" edito nel 2016 da Bertoni Editore. Il paragrafo si intitola appunto: "La giornata del sollievo e la dieta del dolore" come il pst di questo blog.

Oltre 160 iniziative in tutta Italia, incontri pubblici, visite gratuite in ambulatori di terapia del dolore, stand di volontari nelle piazze, corsi di formazione per operatori sanitari. Torna con un ampio programma dal Nord al Sud del Paese la Giornata nazionale del Sollievo che, giunta alla sua 18/ma edizione, si celebra domenica 26 maggio con l'obiettivo di "promuovere la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale"



Sia questo post che il paragrafo del mio libro "KO al cancro" prendono spunto dalla mia esperienza personale che riflette quella di milioni di persone nel mondo. Si chiama Fibromialgia o sindrome del dolore cronico neuropatico la patologia con la quale convivo da più dieci anni. Ne parlo per dare delle dritte a chi ne è colpito visto che l’incidenza in Italia è intorno al 6-7% che significa tra i 3 e i 4 milioni di individui affetti e in Europa, invece, circa 14 milioni di persone soffrono di Fibromialgia.


Come si vede bene dall'immagine desunta da ww.ignatia.it, la Sindrome fibromialgica è una patologia caratterizzata non solo da dolore cronico diffuso, che coinvolge prevalentemente i muscoli,  ma da altre sintomatologie,prima di tutte la stanchezza cronica. Sono presenti, inoltre, anomalie del sistema neuroendocrino, disfunzioni del sistema immunitario e turbe del flusso sanguigno cerebrale. Altri sintomi associati che rendono il quadro clinico spesso non sopportabile sono: rigidità muscolare, cefalea, disturbi del sonno, intestino e vescica irritabile. Il dolore, sintomo principale in noi soggetti fibromialgici, è causato da una abnorme tensione muscolare che impedisce quella fluidità dei movimenti necessari nelle più banali azioni quotidiane. L’ansia e la depressione, spesso presenti, aumentano il dolore aggravandolo. Occorre partecipare al miglioramento dello stato di salute in modo attivo con un esercizio fisico costante anche se può sembrare faticoso all'inizio e una dietoterapia mirata. Attività fisica ogni mattina, esclusione del glutine e del latte almeno 4 giorni la settimana e, cure termali, biorisonanza e una visione positiva degli eventi mi permettono di lavorare  e di sentirmi psicologicamente sana.

 NO LATTE E NO GLUTINE PER LA DIETA DEL DOLORE


 Immagine da www.giallozafferano.it


La dieta del dolore deve necessariamente essere leggera, senza glutine, latte, poca carne, no affettati, tanta frutta e verdura e legumi. Le uova, benché ricche di colesterolo possono essere inserite come pasto proteico alternativo al pesce o ai legumi, magari facendo una buona frittata con le verdure rigorosamente di stagione. Tutte le persone migliorano escludendo temporaneamente dalla dieta giornaliera latte e latticini, in particolare quelle affette da patologie gastrointestinali o che soffrono di allergie. Anche i pazienti oncologici che seguono chemioterapia o che sono affetti da malattie neurologiche migliorano sensibilmente escludendo latte e latticini. Il latte è un “espansore” di tutti i sintomi di allergia e d’intolleranza e di per sé è una sostanza non benefica. Ma l’esclusione temporanea del glutine è l’elemento fondamentale per tenere il dolore sotto controllo e con esso tanti problemi gastrointestinali e dermatologici. Le persona che scoprono da adulti di essere celiaci sono sempre in numero inferiore rispetto coloro che, come me, sono ipersensibili al glutine. L'ipersensibilità genetica al glutine (Gluten Sensitivity) è in dividuata con il test del DNA con il poliformismo genetico HLA glutine. Test genetici e dieta DNA, che si chiama Nutrigenetica, che io offro ai miei pazienti di Foligno, di Perugia e di Abano Terme ( PD) già dal 2013.



Già da più di quindici anni consumavo latte e latticini solo saltuariamente e ne avevo tratto beneficio, ma escludere il glutine mi ha dato un grande aiuto nel contenere il dolore muscolari e i crampi e mi ha eliminato dermatite e diarrea immediatamente. Anche nella nostra piccola e verde Umbria ci sono pizzerie, forni e ristoranti dove mangiare tranquillamente e con gusto senza glutine e senza latte e qualsiasi dolce si può fare in casa con farine deglutinate e latte di riso al posto del latte di mucca. Conservare il gusto e il piacere di cucinare e di mangiare è fondamentale per non incorrere in uno stato di depressione o per non sentirsi vittime della dieta che si segue. Se è vero che mente e corpo sono collegati, solo una dieta che piace funziona! 

IL MAGNESIO E UN TERMOFORO
Come integratore di grande aiuto è il magnesio che contrasta i crampi che spesso sono associati ai dolori muscolari e avere sempre una fonte di calore come un termofero  o una borsa dell'acqua calda che possono rilassare le fibre muscolari.


LA BIORISONANZA 
La vita è fatta d'incontri, dico sempre, ed è vero. L'incontro con Alessandro Vizzari della ditta Lenyo Lux è stata per me la carta vincente contro il dolore. L'apparecchio di BIORISONANZA della Lenyo Lux che ho acquistato dal signor Vizzari è straordinario perchè è utile per tutti i problemi di salute ed è un ausilio per i traumi anche nello sport:



Il dispositivo LENYO Lux Plus è un dispositivo con 96 programmi più 40 ulteriori definiti "corti" progettato sia per uso domestico che professionale. Connettendolo ad un computer portatile, tramite il suo Pannello di Controllo sarà possibile impostare i protocolli in modo automatico incluso di pause. Totale massimo applicazioni 8 ore. In ogni programma il dispositivo lavora dai 70 ai 140 sottoprogrammi, lavorando in questo modo con precisione con i tessuti ed i recettori necessari per ripristinare i percorsi di comunicazione disturbati. Il dispositivo aiuta a mantenere il benessere generale e ad affrontare una serie di condizioni e squilibri specifici. E 'ideale per una varietà di sintomi, quali l'invecchiamento, problemi articolari, problemi digestivi, disturbi del sonno e per tutti i tipi di dolore. Atleti professionisti e dilettanti possono beneficiare per esempio del suo valore per affrontare la preparazione, la concentrazione pre gara, resistenza muscolare e recuperare dagli infortuni. Siccome è ed è stato per me in questi anni il compagno ideale per sopportare e superare il dolore fisico e abbassare i livelli di stress vi allego il numero di telefono per le informazioni: Alessandro Vizzari 3922310138


L'ESERCIZIO FISICO COSTANTE 
Ma "se hai dolore muoviti", quindi consiglio a tutti coloro che soffrono per i dolori muscolari di fare movimento giornaliero. Ogni mattina e anche se non ho dormito mi alzo e faccio streching e 45 minuti di bicicletta da spinning. Nella foto la mia amata bici che ho messo in una bella terrazza piena di luce davanti ad una tv e un videoregistratore. E'importante poter seguire un film o la tv perchè altrimenti il tempo sembra passare più lentamente.


CURE TERMALI 
Dopo il movimento dieci minuti di bagno caldo e si può ripartire per tutta la giornata con un grande miglioramento anche nell'umore. In altri post su Abano Terme e Montegrotto tutti i benefici dell'acqua vulcanica e dei fanghi per questa e per altre patologie del dolore. Per questo motivo periodicamente vado una settimana il mese, generalmente la terza, ad Abano Terme presso l'Hotel Terme All'Alba. Nell'ambulatorio della bella ed efficiente SPA dell'hotel seguo i pazienti che vogliono seguire la dieta del DNA. Grazie ai fanghi che faccio nel periodo invernale e alle piscine di acqua vulcanica ho avuto un grande giovamento nel dolore e nell'umore.


Nel mio libro KO AL CANCRO Bertoni editore troverete tutte le informazioni sul test del DNA, sulla dieta del dolore, la dieta del sonno e quella per il buon umore e tutte le ultime ricerche scientifiche per stare bene in salute e dimagrire senza dieta, oltre l'elogio al movimento e un bellissimo capitolo sul Pensiero Positivo Creativo e la Spiritualità. Potete ordinarlo anche su AMAZON cliccando questo link:
https://www.amazon.it/s?k=KO+AL+CANCRO+DI+EMMA+VITIANI&i=stripbooks&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref=nb_sb_nosso scrivendo a Bertoni editore.
Aggiungi didascalia

CARI AMICI DEL BLOG ho fiducia che questa mia condivisione sia stata di aiuto a molti di voi. Sono a vostra disposizione per ogni chiarimento sulla dieta e le norme per vincere il dolore che può derivare anche da altre malattie ma che può trarre giovamento da tutte le proposte che vi ho fatto per prendervi cura di voi. Ricordando che, per la connessione mente e corpo, essere positivi e fiduciosi aiuta a partecipare attivamente alla guarigione e a convivere con la malattia, ciò conferma la validità del mio approccio olistico della dietoterapia.


 CON GIOIA
EMMA VITIANI

0 commenti: