L’impresa è fondata sulla persona . Voi fate la differenza. Leggere per migliorare . Saper comunicare per essere vincenti. C...

LA CREATIVITA' PER EMERGERE NEL LAVORO

11:00 PER UNA BUONA VITA 0 Comments



L’impresa è fondata sulla persona. Voi fate la differenza.
Leggere per migliorare. Saper comunicare per essere vincenti.





Cari amici del BLOG oggi mi piace parlare con voi di come la Creatività e la Comunicazione facciano la differenza nel lavoro. Avete fatto caso che, spesso, più che ricchezza e beni materiali, è la posizione sociale che volete guadagnare, quel senso del comune rispetto che vi offre il consenso degli altri. Lavorate e agite ma solo per ottenere il vostro rispetto e la vostra auto-stima, non per compiacere gli altri.

 Con un atteggiamento disponibile verso il prossimo, anche la vita lavorativa cambia in modo sorprendente e l'ambiente di lavoro diventa più vivibile. Un atteggiamento positivo e propositivo vi aiuta ad’avere successo nel lavoro.

Secondo John Hagelin fisico quantistico: “La felicità interiore è il propellente del successo”.

Quest’affermazione è così vera, che il Pensiero Positivo Creativo fa parte delle tecniche usate per lo sviluppo del potere personale e del “PEAK PERFORMANCE” ( dare il meglio di sé) per la gestione finanziaria e imprenditoriale. Il Pensiero Positivo Creativo è una tecnica che insegna ad essere ottimisti e propositivi e che permette, attraverso l'uso di un linguaggio positivo, di agire in modo efficace e di raggiungere i propri obiettivi nel lavoro, negli affetti e nella crescita personale. Nei miei Studi dietetici umbri e quando lavoro ad Abano (PD) abbino con successo questa tecnica alla mia Dietetica Olistica Innovativa®, i pazienti ne traggono giovamento perchè hanno nuove motivazioni per partecipare attivamente alla guarigione o al raggiungimento del giusto peso. 

Con l'eliminazione di frasi di dubbio e di paura come: "se", "speriamo". "vediamo", "è difficile" e "ho paura" e con l'uso di parole vincenti come: "HO FIDUCIA", "SONO CERTO", "E' POSSIBILE" si rafforzano le proprie capacità e sostituendo la parola "devo" con "IO VOGLIO" ogni azione è una vera scelta e non un obbligo.

Leggete il mio libro sulla Tecnica del Pensiero Positivo Creativo "CREATIVI E VINCENTI" con la prefazione di Irene Pivetti, il testo contiene tanti esercizi pratici, sunti e riflessioni per far sì che il lettore possa porre in atto nella vita di ogni giorno questo metodo, essere aiutato così ad eliminare i pensieri negativi e le parole di sconforto e raggiungere i traguardi voluti anche nel lavoro.

Quando imparate ad amarvi smettete di criticarvi e accettate di essere imperfetti. Avere l’autoconsapevolezza delle vostre capacità e dei limiti vi aiuta ad affrontare con serenità il lavoro e gli affetti. Nel momento in cui smetterete di voler essere diversi da quelli che siete troverete in voi più pregi che difetti. In quel momento avvertirete la fine della lotta con voi stessi. Un senso di pace e di appartenenza al mondo intero vi restituirà l’equilibrio, la concentrazione e la voglia di fare e riuscirete ad essere creativi e a cogliere quell'illuminazioni che ci danno buoni frutti.                                                  


SE SIETE SENZA LAVORO smettete di dare la colpa alla politica o al governo e agli altri, pensate fermante di trovarlo E AGITE. E’ possibile che siate stati pigri nel cercarlo o non avete accettato di spostarvi per averlo o si è sviluppato dentro di voi un senso d’inferiorità riguardo alla vostre età o al vostre capacità o dovete seguire un Corso per acquisire nuove conoscenze, con creatività trovate nuove opportunità adatte a voi. Non è mai troppo tardi per imparare! Io lavoro da vent’anni e ancora leggo continuamente, studio e imparo ogni giorno con la consapevolezza di voler sapere sempre di più. Anzi più conosco più mi rendo conto di dover conoscere ancora! Accettate l’idea di dover fare qualche sacrificio per realizzare le vostre aspettative lavorative. Quando altri colleghi dormiranno la mattina o andranno a spasso il pomeriggio, voi studierete, vi aggiornerete, leggerete e farete corsi. Ma state sereni l’impegno ha dato sempre buoni frutti. Programmate di spendere denaro e tempo per il vostro aggiornamento. Andate al colloquio per un nuovo lavoro puliti, ordinati e sistemati come per una festa senza essere né esagerati né chiassosi. Date l’idea che l’ordine che irradia dalla vostra persona derivi dalla vostra testa. Andate al colloquio con il pensiero che sarete presi, se andate con il timore, la vostra insicurezza e paura su trasmetterà al vostro interlocutore e non farete una buona impressione. Il pensiero è energia e può essere trasmesso agli altri. Mentre l’esaminatore parla e vi fa domande ringraziatelo dentro di voi per avervi scelto. Non fate come tanti, non mettete subito paletti sul luogo o l’orario di lavoro, non chiedete subito quanto è lo stipendio e quante ferie avete. Quest’atteggiamento dimostra che avete a cuore solo il vostro interesse. Sentitevi entusiasti d’iniziare invece che impauriti di non essere presi al nuovo lavoro e guardate fisso la persona che avete davanti per dimostrare che siete sinceri. Abbiate consapevolezza di voi stessi e dimostrate educazione, voglia di lavorare e d’imparare e vedrete che si apriranno tante porte per voi. Che vogliate fare l’impiegato o il commesso o il cameriere, dimostratevi attenti prima al tipo di lavoro e a come potete essere “utili” all’azienda e fate capire che siete pronti al sacrificio per il bene di tutti, oltre che per il vostro.


Leggete questa bella frase di Stephen Littleword da “ La tecnologia dell’ovvio”, copiatela sul vostro dekstop del computer e fatela vostra: “Se fossi certo di non fallire cosa faresti oggi? Pensa, scrivilo e poi… vai e fallo!..". Non basta pensare e parlare in positivo OCCORRE AGIRE. 



Per parlare di successo derivante dall'insight, quindi da un'illuminazione creativa, occorre partire dal coraggio di agire.

Riflettete su questo mio aforisma nella bella immagine di Layla Crisanti, della Logos Communication, che cura la pagina Facebook dei miei Studi Dietetici e che potete seguire cliccando "Emma Vitiani":





      Avete fatto caso come è cambiata la gestione delle aziende oggi? Le aziende attuali sono basate sulla persona. Sono composte prevalentemente da professionisti addetti ai lavori, organizzati tramite la motivazione. Per questi cambiamenti occorre un nuovo management, finalmente adeguato all'impresa postindustriale, occorre saper sviluppare le conoscenze, le capacità tecniche per risolvere in modo creativo il problema aziendale sempre più complesso, individuando e potenziando le qualità professionali e umane.  Anche un clima fertile e una leaderschip che offre nuove motivazioni promuovono la creatività all’interno dell'organizzazione. Ma occorre ben comunicare. La Comunicazione è una risorsa per l’azienda e contribuisce a decidere il successo di un'impresa nell'azienda e nelle attività privata. Rappresenta un fattore competitivo da cui dipendono la rapidità e la risposta del mercato. Per questo spesso sono chiamata dall'aziende per fare corsi o seminari sulla tecnica del Pensiero Positivo Creativo perchè insegna a comunicare e acquisire quella sicirezza che fa la differenza nel lavoro.
  
      Sulla Creatività rileggete i miei post di gennaio 2016 "Lode alla Creativita'" e "Andrea Pavanello: creatività inm musica" di febbraio 2016.

 
      CARI AMICI DEL BLOG ho fiducia che questo mio post stimoli il vosro desiderio di sapere, leggere, evolvere e migliorare. Credete nelle tecniche di Comunicazione perchè esse accrescono il vostro potere personale, trasformando ogni ostacolo in un’opportunità per misurarvi, compiacetevi del cambiamento perchè il desiderio di nuove esperoenze è alla base delal Creatività.  In attesa delle vostre impressioni vi saluto con il suono a me gradito della pioggia leggera che rinfresca l'ambiente e "lava" via i nostri pensieri negativi.
                                                                                                    CON GIOIA EMMA VITIANI









0 commenti: