Tra i POST più importanti che voglio trasmettere sono quelli sulla Tecnica del Pensiero Positivo Creativo che, da più di cinque anni, abbina...

COME ESSERE CREATIVI E VINCENTI: la mia Tecnica del Pensiero Positivo Creativo

16:42 PER UNA BUONA VITA 0 Comments



Tra i POST più importanti che voglio trasmettere sono quelli sulla Tecnica del Pensiero Positivo Creativo che, da più di cinque anni, abbinano alla Dietetica Olistica Innovativa nei mei Studi dietetici di Foligno e di Perugia con risultati veramente eccellenti sul comportamento alimentare e sulla visione che la persona ha di se stessa e delle situazioni che, una volta, vedeva in negativo. Questa tecnica è parte integrante del mio metodo, innovativo e olistico, di fare dietetica. Anche per le persone malate, è utile trovare un nuovo modo di parlare e di vedere la malattia, perché le aiuta a partecipare attivamente alle cure e a credere di poter guarire. Ho tenuto anche conferenze e seminari su questo argomento, in altre città e davanti alle platee più disparate, e posso dire che ho sempre suscitato partecipazione e interesse. Con i bambini e i ragazzi questa tecnica fa la differenza perché li rende sicuri dell’avvenire e fa comprendere loro quanto siano “unici” nella loro personalità e quanto potere abbiano per ottenere ciò che vogliono dalla vita.


 
Il pensiero positivo creativo attua questo stravolgimento tanto che la persona, normalmente pessimista e negativa, impara a vedere la vita con entusiasmo e con ottimismo. È una tecnica di self-help che permette di fare nel quotidiano quello che prima si credeva di non poter realizzare, che trova possibilità anche dove non sembrano essercene. In questo modo, si libera la nostra forza positiva latente, che è stata imprigionata da credenze limitanti e da messaggi negativi di vecchia data. Liberati dai condizionamenti radicati nel subconscio, sarà più facile avviarsi sul sentiero della crescita personale e della guarigione, sia essa fisica, emotiva, mentale o spirituale. Così è possibile riconoscere i meccanismi energetici e le emozioni e passare da uno stato di paura a uno di benessere, da uno stato di apatia a uno di entusiasmo. La tecnica non esclude il sostegno prezioso dello psicologo o dello psichiatra, ma vuole spingere l’individuo a prendersi cura di se stesso anche in forma autonoma.
Con gioia
Emma Vitiani

0 commenti: