Dedico il mio primo post sui sentimenti al fatto inconfutabile di accettare la differenza tra uomo e donna perché molti disagi psicologici e...

Microcosmo uomo e microcosmo donna: vive la différence!

16:36 PER UNA BUONA VITA 0 Comments

Dedico il mio primo post sui sentimenti al fatto inconfutabile di accettare la differenza tra uomo e donna perché molti disagi psicologici e perfino le malattie possono scaturire dal non saper vivere appieno o in modo “giusto” l’affettività.


Oggi, è meno facile di una volta instaurare un legame duraturo. La donna, oppressa dagli impegni familiari e di lavoro, non riesce più a gestire il rapporto di coppia. Con l’uomo non punta più sulla femminilità e la dolcezza, armi potenti di conquista, ma si dimostra aggressiva e prende sempre più spesso l’iniziativa. Creandosi una confusione di ruoli, l’uomo si sente spaesato e incompreso. Se è sposato, si sente spesso trascurato dalla moglie, troppo indaffarata perché si accorga di lui, e si getta tra le braccia della prima donna dolce che gli capita. Lo scapolo non pensa più a sposarsi, preferisce rapporti occasionali e resta a casa a farsi coccolare dalla mamma. La donna, per portare avanti il lavoro, le faccende di casa e allevare i figli, dimentica di essere moglie e amante.
Un errore in cui molte donne, anche giovanissime, incorrono è crearsi nella mente uno stereotipo di uomo ideale. Una volta trovato il fidanzato, tentano di modificarlo e lo criticano perché non corrisponde a ciò che loro avevano sperato. L’errore è cercare un uomo che abbia i nostri stessi interessi e che affronti la vita nello stesso modo: in realtà quelli dell’uomo e della donna sono due mondi diversi e bellissimi. A me piace chiamare questa diversità “microcosmo uomo e microcosmo donna”, due piccoli universi che si cercano e si attraggono ma che hanno caratteristiche peculiari completamente diverse. Queste differenze devono essere accettate e apprezzate da entrambi i sessi, per convivere con amore e con serenità. Ma è questo il bello! I francesi dicono Vive la différence! Viva la differenza, quindi!
Con gioia

Emma Vitiani

0 commenti: