CARI AMICI DEL BLOG mi fa piacere parlare con voi del rapporto genitori e figli inziando con questo mio aforisma che dedico a tutti i ...

UN MODO NUOVO DI ESSERE GENITORI

23:41 Emma Vitiani 0 Comments



CARI AMICI DEL BLOG mi fa piacere parlare con voi del rapporto genitori e figli inziando con questo mio aforisma che dedico a tutti i papà, la bell'immagine è una di quelle che Layla Crisanti di Logos Communication crea per questo blog e per la pagina Facebook Emma Vitiani scrittore.
Portate i bambini a camminare sotto la pioggia senza ombrello, almeno una volta nella vita. Io l’ho fatto con tutti i miei tre figli. Ho aspettato una giornata tiepida per non farli raffreddare ma gli ho fatto capire che non succede nulla se ci si bagna mentre piove, che la pioggia fa bene alla Natura, spazza via l’inquinamento ed è un fenomeno da desiderare e non da rifiutare.
Riflettete sulle belle parole del filosofo libanese Gibran sui figli, sono vere, profonde e toccano le corde del cuore: “I vostri figli non sono i vostri figli. Essi vengono attraverso voi, ma non da voi. E benché vivano con voi non vi appartengono. Potete dar loro il vostro amore ma non i vostri pensieri. Poiché essi hanno i loro propri pensieri. Potete dar ricetto ai loro corpi ma non alle loro anime. Potete sforzarvi di essere simili a loro, ma non cercate di rendere essi simili a voi.”

Genitori e insegnanti non sottolineate solo i difetti e le mancanze dei bambini e dei ragazzi ma costruite con le lodi la loro personalità. Complimentatevi con i ragazzi per le cose fatte bene e per gli sforzi evolutivi. Se avete figli grandi accettate le loro scelte di vita senza rimarcare il vostro disappunto ogni volta che l'incontrate. Trovate il modo di esternare loro l'amore e di farvi sentire vicini alle loro idee e alle loro aspettative anche se non li condividete. Andate incontro ai figli, capite ciò che a loro piace anche se si tratta di sentire della musica scatenata a tutto volume.

Lasciate del tempo libero ai vostri bambini. Oggi i figli sono impegnatissimi e si dividono tra compiti, televisione, attività fisica e corsi d'inglese. Noi almeno abbiamo avuto nell'infanzia il tempo per giocare e per lasciarci andare ai sogni. Restituite anche a loro quest'opportunità. Come nell'immagine i bambini devono camminare nel loro momdo fatto di sogni e di fantasia:

Invece che brontolare continuamente perchè i figli stanno davanti al videogioco, sedetevi ogni tanto con loro, seguite quello che stanno facendo e fatevi spiegare. Diventate anche voi dei fan di un protagonista dei videogiochi. Io l'ho faccio da anni con mio figlio Niccolò quando ho la fortuna di avere del tempo per stare con lui! Il personaggio che più mi piace è Geralt di Rivia della serie "The Witcher", forte, pieno di energia, con una voce decisa e profonda e, come potete vedere, affascinante:

Mi piace così tanto che ho chiesto di mettere al nostro cucciolo di beagle il nome di Geralt, ecco il nostro cagnolino nella foto. Non lasciatevi incantare dallo sguardo dolce, è vivacissimo e tanto testardo! A proposito leggete il mio post sulla Pet Therapy e comprate un cane o un gatto a vostro figlio, sarà per lui, e per voi, un compagno insostituibile:


Incoraggiate i vostri figli a far venire a casa vostra gli amici, conoscerli è l’unico modo per difendere i vostri figli. Anche se averli in casa significherà avere rumore e disordine fate che la vostra casa sia la casa degli amici dei vostri figli.


Condividete ma rispettate il vostro ruolo, essere solo amici dei figli non li aiuta a trovare la loro identità. Stabilite a casa delle regole che servono alla famiglia per stare bene insieme ma siate d'esempio. Se non volete che vostro figlio sia sempre con il cellulare evitate di farlo anche voi.


Siate attenti alla salute e all'umore dei vostri figli ma non fatevi vedere apprensivi e evitate di far nascere in loro la preoccupazione che non stiano bene se non ce ne è motivo. La causa di tanti disturbi nevrotici o situazioni di stress possono essere ricondotte a genitori che si preoccupano in modo esagerato del benessere del loro bambino o del loro ragazzo. Se non è necessario, non sottoponete continuamente a visite mediche i bambini, non preoccupatevi troppo per la mancanza di appetito di vostro figlio. Al contrario se mangia troppo o è in sovrappeso fatelo seguire il prima possibile.


Ricordate che, come nell'adulto, nel bambino e nel ragazzo tanti problemi di iperattività o svogliatezza, problemi di sotto peso o sovrappeso, dermatiti, problemi gastrointestinali possono essere ricondotti ad un cibo che geneticamente può essere intollerante o, come per il glutine, da una ipersensibilità che può causare problemi di crescita e intestinali.


Rileggete i post sulla dieta del DNA su questo blog e chiamatemi potremo parlarne a voce:

Nel mio ultimo libro "KO AL CANCRO" Bertoni editore troverete tutte le informazioni sui vari test del DNA e la relativa Nutrigenetica e i chiarimenti sull'intolleranza al lattosio e all'ipersensibilità al glutine che sono causa, sia per noi che per i bambini e i ragazzi, di problemi di salute, peso e di comportamento:

Siate felici dell'opportunità di avere i vostri figli vicini e reagite con calma e con il sorriso anche alle più spudorate provocazioni, non permettete loro di allontanarvi con la scusa che avete un brutto carattere. Perciò non lasciate inespressi i vostri gesti e le vostre parole d'amore per loro anche se vi hanno superato in altezza.

CARI AMICI DEL BLOG datemi il vostro parere e riflettete che questi miei consigli, alcuni controcorrente, derivano dalla mia esperienza di madre di tre figli maschi e dai colloqui che da vent'anni faccio con i piccoli pazienti e con i ragazzi che mi esternano il loro malessere, non solo in relazione ad un alimento, ma ai comportamenti che noi genitori avvolte distrattamente poniamo in essere davanti a loro. Rileggete il post "Come recuperare il bambino che è in noi" per recuperare il vostro Io bambino e per comprendere meglio i vostri figli.

CON GIOIA   EMMA VITIANI
                                                                                                                                                                                                                                         

                     




0 commenti: