DETOX DIET per dimagrire

  Cari amici del BLOG è ora di una dieta DETOX dopo le feste di Pasqua, l'uscire poco all'aria aperta, lo stress chee il Coronavirus...

 

Cari amici del BLOG è ora di una dieta DETOX dopo le feste di Pasqua, l'uscire poco all'aria aperta, lo stress chee il Coronavirus ci ha portato, i problemi di lavoro e relzionali, il cambio di stagione. Tutto ha contribuito a farci senire stanchi, nervosi, gonfi e in sovrappeso. Disintossicare l'organismo vi aiuterà in modo olistico, perchè mente e corpo sono collegati, per questo l'intestino viene definito il secondo cervello e le te sioni eemoive sono somatizzate a livello gastro-intestinale.



SEGNALI DI INTOSSICAZIONE
Gli effetti della intossicazione sono: stanchezza, irritabilita', insonnia e problemi gastrointestinali come il colon irritabile e il reflusso gastroesofageo, stanchezza e irritabilità. Tutto è aggravato dall'ansia e dallo stress che acuiscono questa sintomatologia.
Non preoccuparsi di ciò che si mangia e ricorrere a cibi già pronti o ricchi di grassi ha portato a aumento preoccupante dell’obesità e delle malattie legate alla disalimentazione. Perfino i giovani che seguo negli Studi Dietetci di Folign e di Perugia hanno glicemia, colesterolo e uricemia sopra i valori, mentre obesità e ipertensione rigardano la maggioranza degli uomini sopra i 55 anni e le donne in menopausa. 



LA MIA DIETOTERAPIA OLISTICA INNOVATIVA 

Da più di vent'anni, il mio metodo, personale e certificato, si chiama Dietetica Olistica Innovativa® e con il tempo si è perfezionato con la dieta del DNA e la tecnica del Pensiero Positivo Creativo che aiuta il paziente ad avere fiducia in se stesso e a trasformare ogni ostacolo in opportinità. Il mio intento, anche con questo BLOG, è di far capire il potere di profilassi e di cura della dietoterapia e indurre voi amici ad apportare cambiamenti significativi nel vostro stile di vita. I miei pazienti traggono grandi benefici con il mio metodo innovativo e riescono a coadiuvare le cure mediche se non stanno bene. Per questo la mia non è una dieta, ma una dietoterapia che non solo fa perdere peso velocemente e con 2000 Kcal ma aiuta sensibilmente a migliorare lo stato di salute e l'umore. Specie se si individuano con il test del DNA i cibi che, dalla nascita sono causano patologie e tendenza a ingrassare. Trovate in questo blog tanti post su questa metodologia che offro ai pazienti dal 2013. Il test genetico nutrizionale permette di individuare i cibi che sono causa di problemi di peso, umore e salute dalla nascita e si fa con un tampone buccale che invio poi al Prof. Crmelo Rizzo di Roma con il quale collaboro sdal 1995, già per i test di intolleranza alimentare.



LA MIA DIETA IPOTOSSICA
Sono arrivata a elaborare un mio concetto di dieta ipotossica studiando la scienza Eubiotica, di cui ho già ampliamente parlato nel mio primo libro “La Dieta Olistica”, MIR ED. Lo stile di vita perseguito dall’Eubiotica è caratterizzato da adeguate norme come evitare di fumare e di vivere in ambienti dove si fuma, dormire in ambienti tranquilli ed in particolare mangiare in modo sano con cibi freschi e di stagione così da permettere all’organismo di disintossicarsi e potenziare i fattori di difesa, in particolare quelli contro l’inquinamento ambientale. Così la dieta diventa anche un mezzo per ostacolare lo stress ossidativo che deriva dall'aggressione dei radicali liberi. Come esiste un rapporto tra intossicazione alimentare e aumento di peso, così seguendo i consigli della dieta ipotossica potete in salute dimagrire.




PER ATTUARE UNA DIETA IPOTOSSICA  E DIMAGRIRE IN SALUTE

* MASTICATE ACCURATAMENTE I CIBI E FARE PICCOLI BOCCONI per mangiare più piano. Non parlate mentre mangiate per non introdurre aria.

*Togliete latte  e latticini almeno lunedì e venerdi, sono causa dei problemi più cpmuni a livello gastrointestinale e della pelle

*VERIFICATE CON IL TEST DEL DNA UN EVENTUALE INTOLLERANZA GENETICA AL LATTOSIO o UNA IPERSENSIBILITA' AL GLUTINE ( non celiachia quindi) che sono causa principale di problemi gastrointestinale e di grasso addominale. Il percorso prevede solo una breve esclusione di tre mesi e poi una graduale reintroduzione dei cibi rossici, secondo il Protocollo Internazionale della Nutrigenetica.

*Togliete lo zucchero bianco, sostituendolo con quello di canna biologico e  integrale,diminuite i dolci e fate caso che ssiano senza burro per tenere calorie e colesterolo sotto controllo, evitate bevande zuccherine come Coca Cola o aranciata e i succhi di frutta addizionati di acqua e zucchero, devono essere solo 100% frutta. Bevete 15 bicchieri da 125 di acqua il giorno e infusi e tisane non dolcificate

*Limitate l’uso di caffè e tè, preferire il tè verde ( LEGGETE IL POST SUL CAFFE' SU QUESTO BLOG) L’orzo è consigliato se non si deve escludere il glutine. Per supplire alla mancanza o diminuzione del caffè è possibile utilizzare altre sostanze che diano più tono senza eccitare il sistema nervoso: complessi vitaminici, la pappa reale, l'alga spirulina (quest'ultima a condizione che il fegato sia in buone condizioni e non per lungo tempo).

*Consumate solo prodotti freschi e frutta e verdura di stagione, evitare perciò alimenti conservati, es. meglio il pane fresco che le fette biscottate, meglio un ciambellone fresco del forno che i biscotti  confezionati ricchi di grassi  e di calorie. 


* Mangiate almeno 200 grammo di verdura di stagione a pasto, tra cotta e cruda e almeno 2 frutti

* Usate le farine esclusivamente integrali, alternando al grano altri cereali con meno glutine come farro, mais, riso e grano saraceno

* Limitate l'impiego della famiglia biologica delle solanacee (pomodori, melanzane, patate, peperoni) perché possono scatenare reazioni d’intolleranza alimentare e aumentare la fermetazione intestinale e il meteorismo. Quindi diminuitene il consumo se volete una pancia piatta

*Per rendere la dieta ipotossica occorre diminuire drasticamente (meglio se escludere!) il più possibile l’uso delle carni. Anche in questo caso è benefica la dieta vegetariana con un adeguato apporto di proteine vegetali. Così la dietoterapia diventa alcalinizzante e contrasta l'acidità delle carni.


* FATE MOVIMENTO OGNI GIORNO. CAMMINATE ALL'ARIA APERTA  e in casa fate FATE GINNASTICA A CASA  davanti ad un video O FATE TAPPETO O CYCLETTE. Bastano 30 minuti il giorno per attivare il metabolismo, servono 45 minuti per ottenere la lipolisi aerobica, perdere grasso corporeo con un esercizio aerobico. Pensate che ogni mattina mi alzo prestissimo per fare 45 minuti di bici da spinning, macchina per i pesi  e addominali. Avrete una grande attivazionemetabolica, si abbasseranno colesterolo, glicemia e pressione arteriosa ( se ci abbinerete i conssigli dietetici). Ma avrete grandi benefici come energia e sull'umore perché l'attività fisica libera le endorfine che sono gli ormoni del benessere e alza i livelli di serotonina e produce un evidente effetto anti-invecchiamento

Nel mio ultimo libro dietetico "SANI e MAGRI" edito da Bertoni Editore troverete maggiori informazioni sul mio metodo innovativo ed olistico, sulla dieta ipotossica, su come dimagrire con la mente, su come fare eserizio fisico, sull'importanza della pasta e come ottenere risultati di peso e di salute definitivi con la DIETA DEL DNA:


Come tutti gli altri miei libri, potete ordinarlo su AMAZON LIBRI o direttamente alla casa editrice Bertoni cel. 3298881111.  In basso l'ultima immagine di "SANI E MAGRI" che vi dedico con il cuore:



PRENDETEVI CURA DI VOI STESSI
Cari amici mi raccomando seguite i miei consigli e vedeteli come un mezzo per prendervi finalmente cura di voi. Siate grati di stare in salute e di avere almeno più tempo e più attenzioni per voi stessi. Fatelo con gioia, con un atteggiamento di sfida. Agendo potrete ottenere qualsiasi traguardo, ma fatelo come mezzo per volervi bene. Ve lo meritate. CON GIOIA EMMA VITIANI
















LA PIZZA DI PASQUA consigli e auguri

  CARI AMICI DEL BLOG  Buona Pasqua! A tutti voi auguri e grazie sempre di seguirmi numerosi, oggi un post ricco di consigli dietetici, augu...

 

CARI AMICI DEL BLOG  Buona Pasqua! A tutti voi auguri e grazie sempre di seguirmi numerosi, oggi un post ricco di consigli dietetici, auguri  e riflessioni olidtiche, partendo dalla pizza di Pasqua umbra. Nella foto scattata stamattina, 3 aprile 2021, ho nel piatto una pizza al formaggio che ogni anno una mia paziente  mi manda a casa da venticinque anni, insieme ad una colomba dolce fatta in casa e dei fiori.  Claudia Salustri, così si chiama, è una cuoca meravigliosa e una paziente affettuosa e riconoscente. A Natale mi invia le marmellate fatte in casa e per il 2 novembre la caratteristica rocciata umbra. La pizza di Pasqua è lievitata due volte e ha solo ingredienti naturali: farina di grano, uova ( tante), lievito di birra, sale, olio di oliva, formaggio misto grattato e pezzi di pecorino ( o groviera). Claudia la cuoce nel forno a legna in giardino e per questa particolarità ha un aroma particolare e un sapore delizioso. Tanti pazienti dei miei Studi dietetiici di Perugia e di Foligno anche per questa Pasqua mi hanno portato un pensiero  per la professionalità ma, soprattutto, per l'empatia rapporto che ho verso di loro e per il bel che si crea tra noi. Mando loro la mia gratitudine per la fiducia e l'affetto che mi dimostrano .

LA STORIA DELLE PIZZE DI PASQUA


Le torte al formaggio sono chiamte da noi umbri “Torte di Pasqua” , ma in realtà si cucinano e si mangiano tutto l'anno. In questo periodo la differenza è che chi le cucina ne prepara molte da regalare ad amici e parenti. Il dono più bello. Ancora ricordo mia suocera, che io ho amato molto e che mi manca sempre, quando le preparava. La cosa particolare era la lieviazione: metteva a lievitare in grandi pentoloni l'impasto prrofumato per le pizze pasquali che erano buonissime. Anche lei, come quasi tutti gli umbri, ne preparava dolci con canditi e uvette, meravigliose da inzuppare sul latte.

La “mefa spefa” degli antichi Umbri, che già conoscevano l’arte della lievitazione, è sorprendentemente vicina alla nostra torta di Pasqua: farina, uova, latte, formaggio. Catone riporta, nel De Agricoltura una ricetta che è l’indubbia antenata delle nostre torte al formaggio, simile alla variante in uso comune fino agli anni ’60 del secolo scorso, a Tuoro sul Trasimeno. Dolci o salate, queste torte si ritrovano, nell’una o nell’altra versione, nell’una o nell’altra variante, in gran parte dell’Italia centrale: Marche, Abruzzo, Lazio, Toscana, anche se in modo non omogeneo. Per approfondire vi invito a visitare l'interessante sito www.sitiumbri.it 


I CONSIGLI DI AUTOCONTROLLO  ALIMENTARE PER LA PASQUA 

"Diluite" le calorie nella giornata, mangiando er es. la colomba a colazione, a pranzo la pizza al formaggio (o un altro antipasto) e un primo piatto della Pasqua, il cioccolato dell'uovo a merenda pomeridiana e il secondo piatto della festa es. agnello e verdure la sera. Evitando di mangiare tutto ad un pasto soltanto, potrete distribuire le calorie nell'arco della giornata. Così potrete assaggiare tutto senza prendere peso.  


Dopo Pasqua uscirà il mio post sulla dieta detossicante da seguire dopo la festività e vi aiuterà a smaltire le calorie in eccesso e a recuperare energia, lucidità e il giusto peso.

AUGURI E RIFLLESSIONI OLISTICHE


RIFLESSIONI OLISTICHE

Cari amici ancora auguri per la Pasqua, che sia un momento di serenità e di unione familiare.

Vi auguro di stare in buona salute e di essere grati per questo e di apprezzate tutte le piccole buone cose che accadono nella restrizione del movimento che ci è imposta per la nostra sicurezza.

La Pasqua è simbolo di rinascita e io vi auguro che la rinascita sia anche economica e che il lavoro sia assiicurato a tutti e così l'opportunità di riaprire le attività e di tornare alla normalità.


Che il tempo e le pause che ci sono state impostesiani non solo utili per la noosttra sicurezza ma diventino occasione per leggersi dentro. Diventare ENDONAUTI, come a me piace dire, invece che astronauti. Esplorare il nostro IO interiore per ritrovare dentro noi stessi tutte le risposte, quell'energia che ci rende forti in ogni avversità. La prova, dunque, diventa un'occasione per ritrovarsi. E cercate un punto d'incontro con coloro che amate. Nell'immaginee sotto un mio aforisma dal libro "Per una buona vita" di Bertoni editore. Nell'aforrisma rifletto come ci sia in ognuno di noi il bene e il male e come sia necessario accettrae entrambi er amare qualcuno.


Riscoprite, anche se virtualmente, l'amicizia e i sentimenti e prendetevi cura di voi stessi camminando all'aria aperta al sole primaverile o facendo moto a casa, come faccio io ogni mattina con la bici da spinning o magari con della ginnastica sul tappeto del salotto e con un'alimentazione più leggera e corretta. 

LA DIETA DETOX DOPO PASQUA
Ne parleremo insieme dopo la Pasqua con il post sulla DIETA DETOX dopo le feste pasquali.




E leggete perchè leggere crea indipendenza dalla sofferenza e dalla noia, come ho spiegato nel video che ho inserito anche in questo blog e nel mio canale Youtube "Per una buona vita".
Scrivete le vostre emozioni del momento, scrivere vi aiuterà. Ecco un aforisma per voi dal mio libro "Per una buona vita" di Bertoni Editore.


ABBIATE FIDUCIA nella ripresa, tra noi e la vita di sempre ancora un passo, ancora pazienza e accettazione ma sicuri di poter tornare a riabbracciarci come una volta. EMMA VITIANI



LA DIETA INIZIA DALLA SPESA

  CARI AMICI DEL BLOG ben trovati e grazie sempre di seguirmi numerosi. N ella foto di oggi, 27 marzo 2021, sono davanti al mercato di Folig...

 


CARI AMICI DEL BLOG ben trovati e grazie sempre di seguirmi numerosi. Nella foto di oggi, 27 marzo 2021, sono davanti al mercato di Foligno dove abitualmente faccio provvista per avere frutta e verdura fresca, possibilmente a chilometro zero e di stagione. Per me che tengo ad ingrassare e voglio sentormi in forma frutta e verdura costituiscono più del 50% di ciò che mangio ogni giorno. La dieta corretta inizia sempre dalla spesa , sia che si segua perché si fa sport o si vuole contenere il peso o abbassare la glicemia, la pressione o il colesterolo. Se si tende alla fame ansiosa, come tanti miei pazienti, occorre evitare di comprare cose inutili, grasse e caloriche ci tenteranno e puntare su ciò che ci fa bene.
E' più facile non mangiare "schifezze" se non ci sono a casa e ne trarranno giovamento tutti a casa.

Durante queste restrizioni, giuste e necessarie per contenere il Coronavirus, il modo di mangiare è cambiato. Si cucina molto, si mangiano piatti più calorici, si fanno merende e ci si muove poco. Già molte persone hanno notato disturbi digestivi e problemi di peso per questi motivi. Questi consigli saranno preziosi percià da infiniti punti di vista.


CONTENERE LA SPESA ECONOMICA
Nonostante molte persone non possono lavorare in questo periodo e si deve, comunque, portare avanti l'impegno economico di casa e del lavoro, da un'indagine recente la spesa alimentare è aumnetata del 18%. Molte persone hanno fatto scorte di alimenti senza controllare la scadenza con il risultato di dover buttare via parte di cò che si è comprato. Non c'è bisogna di fare scorte, la filiera alimentare continua e non saremo sprovvisti di cibo.

 


CAMBIATO L'ORARIO E IL MODO DI FARE LA SPESA

Secondo l’ANSA anche l'orario della spesa è cambiato. Niente più spesa nel fine settimana o alla sera dopo il lavoro, ma maggiori acquisti durante la settimana. Secondi la Coldiretti il costo per la spesa alimentare è aumentato del 17% con incremento di prodotti a lunga conservazione, come Grana Padano e Parmigiano (+38%), tonno sott’olio (+34%) e salumi (+22%). L'umento di acquisto di farina e lievito di birra evidenzia un ritorno in cucina degli italiani costretti a rimanere tra le mura domestiche.

IL CIBO NON TRASMETTE IL CORONAVIRUS secondo l'Efsa

Non ci sono prove che il nuovo coronavirus possa essere trasmesso dal cibo. L’OMS fornisce una serie di raccomandazioni pratiche per la sicurezza alimentare, ma non ci sono  prove che il nuovo coronavirus possa essere trasmesso dal cibo. Lo afferma l’Autorità Europea per la sicurezza Alimentare (Efsa), attraverso il suo direttore scientifico, Marta Hugas, che spiega: “Le esperienze fatte con precedenti focolai epidemici riconducibili ai coronavirus non evidenziano che si sia verificata trasmissione tramite il consumo di cibi e, al momento, non ci sono prove che il Covid- 19 sia diverso dai precedenti coronavirus”. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), nello specificare che i coronavirus sono sensibili alla cottura e vengono inattivati a 70°C, ha comunque prodotto, in via precauzionale, una serie di raccomandazioni pratiche.

LAVARE BENE FRUTTA E VERDURA
Il coronavirus non è veicolato dal cibo, non ci sono evidenze scientifiche come ho già spiegato. Dunque è sufficiente, nel caso della verdura che mangeremo cruda quella sera stessa, avere l’accortezza di lavarla bene e, magari, di lasciarla in ammollo nell’acqua con un cucchiaino di bicarbonato che può essere una buona regola da mantenere anche dopo questa emergenza. L’altra la possiamo riporre tranquillamente in frigo.

 


CONTENERE L'AUMENTO DI PESO

Non ho mai smesso di eguire i miei pazienti, sia on line, che di persona nei miei Studi Dietetici di Foligno e di Perugia e molto sono tornati in sovrappeso e con problemi di salute a causa del ripristinarsi di vecchie abitudini che cerchiamo insieme di eliminare, per continuare ad avere i fantastici vantaggi di salute e di peso della dieta basata sul test del DNA e sulla dietoterapia per coadiuvare le cure mediche in generale. Se non si può uscire e si comprano cioccolate, biscotti, pizze salate, burro e alimenti già pronti, non è facile stare attenti a mangiare. Perciò partiamo dalla spesa per stare bene e non ingrassare, evitate di comprare cibi che vi tentano e che non sono fondamentali, meglio un dolce fatto in casa (senza burro però !) che biscotti e merendine piene di additivi e di grassi. Comprate e mangiate tanta frutta e verdura e seguite i consigli che trovate nella tabella sottostante, son facili da seguire e vi aiutano a stare in salute e a non prendere peso. Ma non pesatevi ogni giorno, valutatevi in taglie per essere più sereni:

Intanto vi mando la mia condivisione e la fiducia che presto torneremo alla noormalità, sani e sereni per aver lasciato alle spalle tutto questo, con la gratitudine per i medici, gli operatori sanitari, la Protezione Civile, le Forze dell'Ordine che ci aiutano in questa lotta. Seguite le restrizioni necessarie ma trovate motivi per essere grati, anche per essere a casa in salute. Rileggetevi i miei post sul Pensiero Positivo e riguardetevi i miei video sul canale YOUTUBE ". CON CONDIVISIONE EMMA VITIANI

 

 

 



IL CAFFE' FA BENE?

  UN PO' DI STORIA  Le origine del caffè sono antichissime.   Nel Medio Oriente si è esteso fino ad Istanbul, dove si gustava in taverne...

 



UN PO' DI STORIA 

Le origine del caffè sono antichissime.  Nel Medio Oriente si è esteso fino ad Istanbul, dove si gustava in taverne nelle quali i turchi accompagnavano affari e discussioni con questa bevanda. Nel  XVII secolo fu Venezia, grazie ai suoi rapporto con l'Oriente, la prima ad introdurre il caffè in Italia, come  in Inghiterra dove sono state create decine di coffeehouse. Nel 1700 ogni città europea aveva il suo caffè, ma mi piace pensare che l’italiano è e sia stato sempre il migliore.

CAFFE' ROBUSTO O 100% ARABICA

Principalmente ci sono due tipi di caffè: il robusta e l’arabica che nel mondo vengono miscelati in diverse proporzioni per ottenere molteplici aromi.

Il caffè robusta è originario dell’Africa centrale. Cresce nelle regioni aride, e quindi è meno digestivo e di retrogusto amaro rispetto all’arabica. Ha una concentrazione molto più alta di caffeina. Per tutti questi motivi, il caffè robusta viene generalmente considerato meno pregiato, anche se personalmente ne apprezzo il gusto deciso e aromatico.

Il caffè Arabica viene principalmente dall’Etiopia e ha meno caffeina della robusta. È più digestivo, più aromatico e, in un certo senso, più morbido e contiene meno caffeina.  Comprando le cialde si nota  come il caffè 100% Arabica sia il più costoso.

 

Fa bene o fa male il caffè? Questa domanda mi viene posta spesso dai pazienti dei miei Studi Dietetici umbri. Il caffè può far bene se preso nella quantità di 3 caffè il giorno: è aninfiammatorio, antiossidante, energizzante, attivante il metabolismo e la concemtazione. Se si supera questa quantitàpuò alzare la pressione arteriosa, indurre nervosismo, emicrania e insonnia. 

Il caffè della MOKA , che molti ritengonoo il più leggero, in realtà è più forte. Il più leggero è un espresso corto, 100% ARABICA.

E IL DECAFFEINATO?

Molti ricercatori sconsigliano il "DECA", cioè quello contenente meno del 0,1% di CAFFEINA  rimarcando l’uso di solvente tossico per eliminare la caffeina, del quale rimarrebbero tracce, che tuttavia per legge dovrebbero non essere sopra una soglia minima, comunque considerata dai medesimi detrattori troppo alta dei metodi di produzione del decaffeinato che non necessitano di alcun solvente realmente tossico, e che quindi si possono considerare sicuri.



ATTENZIONE ALLA FAMIGLIA BIOLOGICA DEL CAFFE'

Attenzione alle altre sostanze contenenti caffeina: tè ( quello verde ha un basso contenuto di teina ed è antiossidante, diuretico e antitumorale, meglio preso in foglie), cacao, cola, mate, karkade e rosa canina. 
Quindi se nella giornata voglio consumare altre sosranze nervine, devo stare attenta all'uso del caffè.

CON I TEST DEL DNA si può scoprire se la caffeina fa bene



L'ideale è, come consiglio ai nostri pazienti degli Studi Dietetici di Perugia, Foligno e di Abano Terme (PD), sottoporsi almeno ai test genetici glutine e lattosio con prelievo buccale.  Si possono testare adattamento allo stress, metabolismo, lattosio, glutine, sale, oliva, alcol, caffeina e tanti altri alimenti che possono causare,dalla nascita, problemi di salute, di peso e di comportamento e personalizzare così la dieta DNA. La dietoterapia è facile, gradevole ed è a minimo 2000 Kcal, con i carboidrati al 55% come la corretta alimentazione prevede e cambia ogni due mesi con un notevole benficio sulla psiche, sull'energia e sull'attivazione metabolica.


immagine emmetv

BUON CAFFE' AMICI DEL BLOG  e datemi sempre le vostre gradite e necessarie impressioni. 
CON GIOIA EMMA VITIANI