KO al cancro 2019

Dal 16 al 24 Marzo 2019, torna la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica promossa in tutta Italia dalla Lega Italiana...




Dal 16 al 24 Marzo 2019, torna la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica promossa in tutta Italia dalla Lega Italiana per la lotta contro i Tumori. La Settimana per la Prevenzione Oncologica diffonde il valore della prevenzione oncologica, attraverso la promozione di corretti stili di vita tra cui uno stile di vita attivo e dinamico ed, in particolare, la sana alimentazione. Possiamo, infatti, confermare la salute inizia a tavola come ho scritto in questa slide che segue e che uso sempre nelle mie conferenze sulla mia Dietetica Olistica Innovativa® che è efficacissima per prevenire i tumori, le malattie, coadiuvare le cure mediche e trattare il sovrappeso con la sola corretta alimnetazione e con dietoterapie a minimo 2000 Kcal. con i carboidrati al 55%, come la Scienza dell'Alimentazione impone:




Simbolo istituzionale della Campagna di prevenzione Oncologica è l’olio extravergine di oliva 100% italiano, di provenienza certificata. Le proprietà salutari della dieta mediterranea, di cui l’olio d’oliva costituisce uno dei pilastri fondamentali, sono ormai note: diversi studi dimostrano come il consumo regolare di olio extravergine di oliva sia inversamente correlato all’insorgenza di diversi tipi di tumore. Sull'E-shop solidale si possono trovare le bottiglie di olio lilt, basta clixxare il link: 
https://www.legatumorivicenza.it/portfolio-articoli/acquista-il-nostro-olio/



Scienza e medicina sono infatti concordi nell’affermare che più di un terzo dei tumori si potrebbe prevenire se prestassimo maggiore attenzione a cosa mettiamo nel piatto ogni giorno. La Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica è giunta quest’anno alla XVIII edizione (dal 16 al 24 Marzo 2019) ed istituita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2001.


Da vent'anni mi interesse del rapporto dieta e malatti e dieta e cancro, in base a questi studi e all'esperienza diretta con il paziente oncologico che è venuto nei miei Studi Dietetici per avere una dietoterapia mirata che attenuasse la sintomatologia della chemioterapia e della radioterapia ho pubblicato nel 2016 il libro "KO al cancro" edito da Bertoni editore che potete trovare anche su Amazon come tutti gli altri miei libri.



Se siete curiosi sugli argomenti del libro "KO AL CANCRO" vi posso anticipare che è proprio un testo PER TUTTI, vi troverete tutte le ricerche scientifiche più recenti sul rapporto dieta e tumore e su psiche e corpo, le strategie per dimagrire senza dieta, la moderna dieta del DNA, le intolleranze alimentari, la Celiachia e la ipersensibilità al glutine, la conservazione dei cibi, l'assoluzione dei cibi transgenici e i consigli dietetici per migliorare la vita del paziente oncologico. Nel libro ho inserito le 13 perle di saggezza dietetica per prevenire il tumore che ampliano il decalogo della Lotta contro il ca cancro, come vedete in questa mia slide:




Nel libro troverete l'elogio del movimento come stile di vita, la DIETA DEL DOLORE, DEL SONNO E DEL BUON UMORE. Tra le raccomndazioni dietetiche la più importante aumentare la quantità di verdura e frutta che ha una funione protettiva e diminuire la frequenza delle carni a 2 o 3 volte la settimana per la loro cancerogenicità. Nell'immagine che segue la pericolosità delle carni 
Mente e corpo sono collegati, per questo il mio approccio è olistico perché tutte le malattie e tutti i problemi di peso hanno, anche, alla base la sofferenza psicologica dell'individuo. Per aiutare il paziente ad essere sereno, ad alzare i livellli di autostima e prendersi cura di se utilizzo la tecnica del Pensiero Positivo Creativo, che abbino alla Dietoterapia Olistica Innovativa®. Questa tecnica è spiegata bene nel mio libro "Creativi e vincenti" edito da Il punto d'Incontro 2011 ed è la base del mio libro di aforismi "Per una buona vita" edito da Bertono Editore nel 2017. Nell'immagine che segue tutti i miei libri:



La tecniica del Pensiero Positivo Creativo si basa sull'uso di un inguaggio positivo che crea buoni peensiero e attiva ad agire in modo efficace. Le buone parole come "ho fiducia" e "io voglio e io posso" diventano una medicina informativa con la quale il corpo si mantiene in salute e, se malato, si attiva alla guarigione. L'ultimo capitolo sulla spiritualità e i sentimenti del libro "KO al cancro" completano la visione olistica del mio approccio dietetico e aiutano a vedere l'esistenza UNA BUONA VITA.
                                                                                                                           Con gioia Emma Vitiani

















LA FELICITA' E' A PORTATA DI MANO

CARI AMICI DEL BLOG nella giornata mondiale della felicità vi auguro di scegliere di essere felici. Che ognuno di voi possa conserv...



CARI AMICI DEL BLOG nella giornata mondiale della felicità vi auguro di scegliere di essere felici. Che ognuno di voi possa conservare la curiosità e il rispetto per ciò che vi circonda, che trovi la forza di lottare con fiducia, lasciando spazio ai sogni e ai progetti con spirito creativo. Comprendete quanto potere avete sulle avversità e sulla malattia. Cercate l'amore e vivetelo con passione, coltivate sempre il vostro giardino interiore. Questa è la mia ricetta della felicità e SONO CERTA che è a portata di mano per ognuno di noi. 

Nei miei libri e su questo blog scrivo con la volontà di aiutare le persone ad essere più positive, più creative e quindi più felici. Uno dei miei obiettivi come dietista olistica, infatti, è di aiutare il paziente ad avere fiducia in se stesso e acquisire un rapporto più sereno con il cibo. Raggiungere l’equilibrio olistico è un mezzo per essere felici perché ci fa sentire centrati nella nostra unità di mente, corpo e spirito.



Avere cura del proprio corpo con una dietoteraapia mirata e fare movimento sono anch'essi mezzi per essere felici. Il benessere fisico derivante dalla corretta alimentazione e dal movimento incidono sulla salute, sul peso e sulla personalità, stimolando positivamente le attività e i rapporti personali. Mentre è assodato che fa bene mangiare correttamente, non tutti sanno quanto il movimento sia un modo per raggiungere la felicità. Il movimento libera le endorfine che sono gli ormoni del benessere, alza l’umore, allontana la depressione e dà un’energia psicofisica che rende attivi e sereni.


Ai miei pazienti umbri e a quelli che seguo ad Abano Terme (PD), presso l'hotel Terme All'Alba, consiglio di sottoporsi al test del DNA per individuare i cibi che, dalla nascita, sono causa di problemi di peso, di salute e raggiungere così l'equilibrio olistico. Potrete ritrovvare salute, energia, ritardare l'invecchiamento e perdere peso definitivamente e in letizia con almeno 2000 Kcal, mangiando anche pasta, pane e pizza. Troverete questo mio metodo innovativo che abbino alla Tecnica del Pensiero Positivo Creativo nel mio ultimo libro dietetico "SANI  e MAGRI" di Bertoni Editore, che potete ordinare, come tutti i miei libri, anche su Amazon senza spese di spedizione:


Avere cura di se stessi è un modo per essere sereni, ma è importante accettarsi, apprezzando le proprie caratteristiche caratteriali e fisiche, senza voler imitare uno stereotipo di persona che ci appare migliore. Per Arthur Schopenhauer, filosofo tedesco della fine del settecento, “essere felici significa trovare regole di comportamento e di vita per alleviare le nostre pene e sperare di ottenere, se non la felicità compiuta, impossibile da realizzare, almeno quella felicità relativa che consiste nell’assenza di dolore”. Spesso ci crucciamo per contrattempi e beghe quotidiane che non costituiscono un vero problema. Se noi provassimo a peggiorare mentalmente il nostro stato, scopriremmo di essere fortunati, l’assenza di vero dolore quindi costituisce già felicità. L'importante è capire che avere UNA BUONA VITA è una scelta:


Nel mio libro di aforismi "Per una buona vita" edito da Bertoni Editore troverete 700 aforismi con i quali vi insegno a trovare nuovi modi per essere felici e migliorare il rapporto con voi stessi e con gli altri. La gioia di vivere non dipende dalla fortuna o dalle circostanze, ma soltanto dall’ottica con cui vediamo gli eventi. Esistono leggi universali che governano ogni cosa in natura e nella vita umana: il segreto della felicità è riposto in questi principi eterni, enunciati dai saggi dell'antichità, condivisi dai filosofi del nostro tempo. LA PAROLE CHIAVE DELLA FELICITA' E' ANCHE ACCETTARE. Accettare gli accadimenti di dolore e le persone moleste e lasciar andare da dentro di noi queste negatività per vedere il meglio dalla vita è, per me, il segreto per la felicità ed era la chiave della saggezza dei popoli antichi. 

Lo scrittore americano Adam J. Jackson ci fa riflettere sulla brevità della vita e sull’esigenza di viverla appieno “La vita è troppo breve e preziosa perché si possa sprecarla sentendosi infelici. La durata media della vita di un uomo è di settantasei anni. Sono solo 3952 settimane, delle quali 1317 le passiamo dormendo, quindi rimangono 2635 settimane, in altre parole 442.680 ore di vita che non vanno sprecate”. Imparare a sorridere ed essere disponibili verso gli altri sono altri mezzi per essere felici. Ma ciò che conta è volere bene a se stessi. Vi dedico l'aforisma "SCEGLIETEVI COME PERSONA D'AMARE" che è ho inserito nel libro "SANI  e MAGRI":


L’importante è cambiare l’atteggiamento nei confronti della vita e capire che sono i pensieri a renderci infelici e non le circostanze della vita. La tecnica del Pensiero Positivo Creativo, che abbino alla dietoterapia innovativa, diventa un mezzo per raggiungere l’appagamento. Imparare a trasformare i nostri pensieri e a renderli positivi ci permette di “creare” la nostra felicità. Anche una situazione che inizialmente appare scabrosa, con il tempo potrebbe essere un’occasione per avere migliori opportunità.


Per terminare questa mia divagazione sulla felicità è necessaria una riflessione sul possedere. Molte volte siamo infelici per non poter possedere l’oggetto del desiderio, sia esso una persona o un oggetto o un lavoro o una posizione sociale, senza soffermarci a pensare a quello che già possediamo. Dice Epicuro: “Non ti crucciare per quello che ti manca, ricorda che quello che hai ora, un giorno lo hai desiderato”. La continua ricerca di novità può nascondere la scontentezza di sé e rivelare un atteggiamento superficiale e materialistico.



Essere felici dipende dal valutare se stessi e quello che si ha, nell’abituarsi a sorridere e a pensare in modo ottimistico, nel non dare per scontati affetti, salute o lavoro. SONO CERTA che la felicità è già a portata di mano e che questo blog vi aiuti a raggiungerla e ad ottenere una buona vita.
CON GIOIA EMMA VITIANI






IL WOMEN DAY E' OGNI GIORNO

CARE AMICHE AUGURI! Fate che il "women day" sia ogni giorno.Nella foto mi vedete davanti allo Studio Medico Dietetico di ...



CARE AMICHE AUGURI! Fate che il "women day" sia ogni giorno.Nella foto mi vedete davanti allo Studio Medico Dietetico di Foligno che ho addobbato per l'occasione con le mimose.

Vi dono virtualmente questi fiori simbolo della libertà e dell'autonomia femminile. Questo il significato di un sano orgoglio di essere donna, ma mi raccomando senza indulgere però nell'arroganza o snaturare la dolcezza o la sensualità che ci può rendere uniche ad ogni età.

Questo post è per ricordarvi di "celebrare" la meraviglia di essere donna.
Siate felici di essere quell'universo complesso e stupendo che la femminilità ci dona. 
Non aspetattevi dagli altri attestati di stima ma complementatevi con voi stessi per essere forti, coraggiose, belle ognuna nella sua particolarità e piene di sentimento generoso per tutti.



Questo post è tutto per voi, è per essere felici di essere donne.
Il nostro mondo è ricco di doveri è vero, di molteplici attività che spesso portiamo avanti a fatica ma sempre con grande genorisità verso la familgia, ma è anche è pieno d'amore e di grandi soddisfazioni. Avvolte ci capita di essere deluse dal fatto che non sempre gli altri si accorgano dei miracoli che facciamo ogni giorno, ma non è importante. Agite sempre per essere voi soddisfatte e complimentatevi da sole. Voi valete.





Curiosa come sempre, sono andata a ricercare le origini della festa dell'8 marzo perchè è importante come ha avuto origine un movimento che ha coinvolto tutto il mondo in poco tempo. Mi piace ricordarvi quante battaglie sono state il fondamento di questa ricorrenza che non può essere ridotta ad una cena fuori con le amiche o ad un mazzolino di mimose. LA FESTA INTERNAZIONALE DELLA DONNA è stata istituita per ricordare da un lato le conquiste politiche, sociali ed economiche delle donne, dall'altro le discriminazioni e le violenze da loro subito nella storia. Questa celebrazione, chiamata “Women’s Day” si è tenuta per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909 ed è stato un mezzo per discutere dello sfruttamento operato dai datori di lavoro ai danni delle operaie in termini di basso salario e di orario di lavoro, delle discriminazioni sessuali e del diritto di voto alle donne. In Italia la Giornata internazionale della donna fu tenuta per la prima volta soltanto nel 1922 dal Partito Comunista che la celebrò il 12 marzo, prima domenica successiva all'ormai fatidico 8 marzo.



L'immagine in alto risale al 1944 data storica per la donna italiana, lo slogan "trionfi l'ideale di pace e di emancipazione per la donna italiana" suona innovativo e ancora attualissimo. Nel settembre del 1944, infatti, a Roma venne creata l'UDI, Unione Donne in Italia, per iniziativa di donne appartenenti al Partito Cominista, al Partito Sociale, al Partito d'Azione, alla Democrazia del Lavoro e alla Sinistra Cristiana. L'UDI decise di celebrare, l'8 marzo 1945, la prima giornata della donna nelle zone dell'Italia libera, proprio quando a Londra veniva inviata all'ONU una Carta della donna contenente richieste di parità di diritti e di lavoro. Dal 1946, con la fine della guerra, fu celebrata in tutta l'Italia con il suo simbolo la mimosa che fiorisce proprio nei primi giorni di marzo, secondo un'idea di Rita Montagnana, esponente politica del Partito Comunista.

Per queste battaglie che ancora adesso si portano avanti per lottare contro la violenza sulle donne o per la parità dei diritti con l'uomo che è ancora una conquista in moti Paesi, nel vostro ambito fatevi rispettare e "lavorate" perchè sia data la giusta dignità ad ogni donna.

Ma nutrite la vostra anima e la vostra mente con buone letture, come i post che scrivo anche per voi. Conservare sensibilità ed emaptia vi auta ad essere dele grandi donne.

Rileggete nel mio ultimo libro "Per una buona vita" Bertoni Editore 2017 il capitolo "Rituali per coccolarsi" che è dedicato alla donna e che vi aiuta a conservare la fiducia nei sentimenti e la costanza nella cura del vostro corpo e della vostra salute.


Nell'immagine del capitolo il mio aforisma sull'importanza di concedervi ogni tanto anche il dono del riposo per non esaurire il vostro giardino interiore e conservare la vostra giovinezza che parte proprio dallo spirito.


Riservate tempo e attenzione per voi stesse, siate femminili, curatevi anche solo con la doccia giornaliera e il rossetto prima di uscire, pettinatevi con cura e vestitevi sempre con un sorriso. Fate che la dolcezza e la pazienza e la comprensione vi rendano uniche e fate che l'amore riempia le vostre giornate e allieti la vostra mente ogni giorno. Amate ogni cosa che fate ma soprattutto sceglietevi come persona d'amare.Usate il verbo amare ogni giorno per tutto ciò che vi piace.

Abbiate cura della vostra salute, del vostro corpo e del vostro peso per restare giovani e piene di energia. Nel mio ultimo libro di Dietetica Olistica Innovatova "SANI  e MAGRI" edito da Bertoni Editore tutti i segreti della Dieta del DNA per trovare le cause nutrizionali di problemi di salute e dimagrire definitivamente. Troverete un bel capitolo sulla bellezza e come amare le parti del corpo che non ci piacciono. Se volete informazioni sul mio metodo chiamatemi o scrivete sarà un piacere conoscerci. Nell'immagine la copertina del libro:

Ma mi raccomando conservate la voglia di ridere, di scherzare e di prendere la vita con un animo più leggero, sono proprio le grandi prove della vita che ci fanno comprendere come vada apprezzata la meraviglia della quotidianità. Ritrovate il bambino che è in voi, troverete il odo nel capitolo del libro "Per una buna vita"che ha proprio questo titolo.

Siate complici con le altre donne e se avete il dono di avere un'amica del cuore chiamatela e ditelo quanto le siete grate, se invece vi è facile scrivere come a me, mandatele due righe ma non per whatsapp, scritto di vostro pugno su un bel biglietto. 



La mia amica del cuore si chiama Anna, siamo amiche dal 1974 e ogni anno la nostra complicità e la condivisione aumentano. Lei è perme un esempio di grande donna nel lavoro e nella vita privata. Sceglietevi anche voi un amica che sia anche mentore per voi, vi aiuterà!

Grazie a lei e a tutte le mie amiche più care e a tutte quelle donne che ho incontrato nel mio cammino e che hanno contribuito a farmi diventare la donna che sono.
Grazie a mia madre che mi ha donato il senso pratico e il coraggio di affrontare ogni sfida.

Grazie a Cristina e a Agnese, le fidanzate di miei figli che accolgo con amore e con gioia e che mi ripagano sempre con il sorriso e con belle parole.

Grazie alle mie amiche umbre, alle amiche di Padova che mi hanno accolto con tanto affetto.
Grazie alle mie pazienti che hanno compreso con quanta professionalità e con quanta condivisione cerco di aiutarle a essere orgogliose di essere donna e a a fare delle cure giornaliere della dietoterapia e del movimento un'abitudine.
Grazie a tutte voi che mi seguite in questo blog e nella mia pagina Facebook Emma Vitiani scrittore nutrizionista e su Instagram su dott.ssaemmavitiani.
Grazie ai lettori dei miei libri dietetici e a coloro che hanno trovato nel mio ultimo libro "Per una buona vita" una consolazione e un'incitazione a vivere con serenità, con accettazione, con gratitudine ma anche con il dsiderio ancora di mettersi in discussione nei sentimenti.

Grazie a tutte le donne che incontrerò nella mia strada e che come sempre contribuiranno alla mia evoluzione.

RICORDATEVI DI RINGRAZIARE LE DONNE IMPORTANTI NELLA VOSTRA VITA, perchè essa è buona se siamo grate e riconoscenti. La gratiudine è il propellente del successo in ogni campo.

Ma fate che la gentilezza sia il vostro modo di essere femminili e che sia un valore che vi contraddistingue, per me lo è. Rileggete il capitolo, sempre del libro "Per una buona vita":
"Come prendersi cura degli altri" nel quale ho fatto una vera e propria ODE ALLA GENTILLEZZA:

Siate grati anche agli uomini che hanno reso speciale la vostra vita. Ricordate il mio aforisma"gli altri sono lo specchio di come noi siamo" se volete amore e dolcezza dagli uomini, siate voi le prime a donarli. Grazie a mio padre che ha costituito un esempio di vita per me, ai miei fratelli e ai miei figli, agli amici, ai colleghi e al mio editore Jean Luc Bertoni che ha una fiducia incrollabile su di me come donna e come scrittrice. Grazie a mio marito e al suo amore e alla sua stima. Per festeggiare la festa della donna ha piantato personalmente in giardino un albero di mimose che quest'anno non è ancora fiorito completamente.

Vi dono l'immagine del nostro albero pieno di fiori dell'8 marzo dell'anno scorso:


CARE AMICHE DEL BLOG vi mando come sempre la mia condivisone e il mio pensiero e l'augurio di festeggiare la nostra festa ogni giorno. Rileggete il post "vivere il presente con i 5 sensi" e gli altri post sui sentimenti, sul sesso e sulla spiritualità per essere ispirate a prendervi cura di voi e a vivere e lavorare per avere una buona vita. CON GIOIA EMMA VITIANI

VI MERITATE L'AMORE

° Cari amici del BLOG è proprio vero PER UNA BUONA VITA occorre amarsi, amare e parlare dell'amore. Cari lettori credete ne...


°



Cari amici del BLOG è proprio vero PER UNA BUONA VITA occorre amarsi, amare e parlare dell'amore. Cari lettori credete nell'amore e appassionatevi alla vita. Declinate il verbo AMARE per tutto ciò che fate perché l’amore va recuperato come parola, come sentimento e come desiderio. Con questo nuovo post voglio spingervi a credere di nuovo all'amore, a crearvi occasioni per uscire, per incontrare gente nuova o per riallacciare un rapporto affettivo che avete trascurato, per abbandonarvi al pensiero d'innamorarvi. 

Ci meritiamo l'amore ma bisogna riprendere confidenza con questa parola e imparare ad averne di nuovo fiducia. E' meglio soffrire che vivere in solitudine. 

GLI ALTRI SONO LO SPECCHIO DI COME NOI SIAMO, se volete essere amati, siate voi i primi ad avere un atteggiamento dolce e amorevole, sia in famiglia che con il vostro partner. 

HO SCELTO LA FORMA DELL’AFORISMA perché è diretto e comunicativo ed è il mezzo espressivo del mio libro di aforismi "Per una buona vita" edito da Bertoni Editore e che potete acquistare su AMAZON o direttamente alla casa esitrice Bertoni in questo mese senza spese di sedizione, come gli alttri due libri dietetici che ho pubblicato con Jean Luc Bertoni e che vedete nella mia immagine. "KO al cancro" e "SANI e MAGRI" sulla dieta del DNA, uscito a luglio 2018: 


Ecco altri miei aforismi sull'amore per voi, il primo nell'immagine: 





- Usate il verbo amare per ogni cosa che vi piace: amo leggere, scrivere, cucinare, amo ascoltare la musica, amo i film, amo videogiochi, amo le piante, amo i colori, amo il silenzio, amo la cioccolata, amo pensare a quando ero piccolo e così via…… 

- Usate il verbo amare verso le persone alle quali volete bene, dite amo anche ai figli e al vostro partner e accompagnate questa parola sempre e inderogabilmente con un sorriso. 

- Abbiate fiducia nell'amore e l'amore vi darà buoni frutti 

- Trovate almeno dieci cose da amare e scrivetele sul telefono o sull’agenda 

- Quando vi appassionate alla vita il vostro entusiasmo sarà contagioso e farete stare bene tutti quelli che si relazionano con voi 

- Una persona appassionata e che ama la vita s’innamora con più facilità e fa innamorare con più facilità chi incontra, anche se non fa nulla per ricevere attenzione dagli altri. 

- Appassionatevi alla vita, dite amo tante volte al giorno ma controllate che anche il vostro sguardo e la vostra postura siano in sintonia con il verbo amare 

- Amate al 100% e avrete il massimo dall'amore 

- Affidatevi ai sentimenti e comprendete che se un incontro è stato sbagliato o se avete sofferto è anche in parte per certi vostri atteggiamenti che ora, che siete più "grandi", potete smussare per andare incontro all'altro e vivere bene l'amore 

- L’amore può dare dipendenza? “Nel nostro cervello, quando ci innamoriamo, scatta il meccanismo della gratificazione e del piacere, che è lo stesso di quando si assumono droghe” 

- Ma che meraviglia e che stupore e che timore e che estasi innamorarsi, vale la pena di riprovare queste emozioni. Ve lo meritate! 



- Per alcuni è più facile affidarsi all’amore mentre per altri no. Cercate le motivazioni che vi spingono ad essere eccessivamente prudenti nei sentimenti e vedete se potete, in parte, liberarvene per evolvere nei sentimenti 

- E’ più facile amare quando siamo stati amati da piccoli. E’ naturale essere gestuali quando si ha ricevuto carezze e baci e sguardi rassicuranti durante la crescita 

- La ricerca neuro-scientifica conferma che la persona che è stato amata da piccola sviluppa alcune aree del cervello affettivo-emozionali che aiutano nella vita ad amare e a farsi amare con fiducia. Perciò fate un’analisi della vostra infanzia e di quella del vostro partner prima di dare giudizi 

- Se il vostro partner fa fatica a lasciarsi andare o a esprimere ciò che sente chiedete come è stata la sua infanzia e il suo rapporto d’amore con i genitori. Se non gli è stato dimostrato amore insegnate voi al partner a fidarsi e ad affidarsi a voi con pienezza e affettuosità 

- L'eccessiva prudenza o l'essere reticenti può ingenerare nell'altro la sensazione che siete indifferenti, non perdete occasione per trovare pregi nel vostro partner e esternateli 

Per comprendere come sia normale che noi donne siamo terrestri e gli uomini venusiani e come ciò può essere visto come un valore aggiunto nel rapporto legggete il post di questo blog "Microcosmo uomo, microcosmo donna, vive la differenza! 



- Per le donne single: non parlate del vostro passato, non raccontate i vostri drammi e non esprimete la vostra solitudine ma solo la lieta aspettativa del nuovo incontro 

- Uomini single: non raccontate i vostri passati amorosi o familiari. Siate con la nuova partner “tabula rasa” 
- Mettetevi sinceramente e onestamente in gioco con la fiducia nell’amore 

- PAROLA D’ORDINE PER I NUOVI INCONTRI: “Siamo nati oggi!” 

- Solo l’oggi conta, solo i nuovi momenti, le nuove parole e i nuovi sguardi. Così non si creano gelosie e sospetti sulla vita dell’altro e si è certi di esseri i veri e soli protagonisti del nuovo incontro 

- Se volete avere un rapporto d’amore soddisfacente, rispettate il vostro ruolo 

- Donne puntate sulla femminilità e la dolcezza perché sono armi potenti di seduzione e di conquista. Non dimostratevi aggressive, non parlate continuamente di voi e lasciate che all’inizio sia l’uomo a prendere l’iniziativa 

- Uomini comprendete ciò che piace alla vostra donna e non sottovalutate in lei l'educazione e la sensibilità, fate sentire la vostra donna amata, protetta e desiderata anche con le parole 

- Lasciatevi andare senza timore, perché non c’è felicità senza amore 

- La pazienza e la tolleranza sono gli alleati dell'amore 

- Aprite la finestra al sorriso, alla gioia e alla novità 

- Non accettate la solitudine solo perché è più comodo o perché avete paura di sbagliare 

- Stendhal, scrittore del diciannovesimo secolo che tanto ha parlato di amore e di donne, parla del coraggio d’amare: “L'amore è un bellissimo fiore, ma bisogna avere il coraggio di coglierlo sull'orlo di un precipizio”. 


CARI AMICI ho fiducia che questo mio post vi abbia fatto riflettere e spingere a vivere appieno l'amore o a migliorare un rapporto che vi fa soffrire o a sentirvi di nuovo pronti ad amare. 
Ma fate che l'amore riguardi prima voi stessi perchè gli altri vi ameranno e vi rispetteranno nei limiti in cui voi amate e rispettate voi stessi. 

CON GIOIA E CON AMORE 

EMMA VITIANI